Se vuoi farti dei nemici devi andare in TV. Nemmeno con il suo libro denuncia “Gomorra” Roberto Saviano aveva scatenato tanti malumori e dissensi come lo sta facendo “Vieni via con me”, il programma realizzato e condotto in coppia con Fabio Fazio. Così, dopo Roberto Maroni e Avvenire, adesso è la volta anche di Emilio Fede e del Giornale di Vittorio Feltri.

Il Giornale ha proposto persino una raccolta di firme contro Saviano, con Feltri che nel suo editoriale al vetriolo ironizza:

L’autore di “Gomorra” con toni ispirati da guru, fra un sospiro e un pianto dice che la criminalità terrona ha sfondato la linea del Po e prossimamente sfonderà anche quella del Piave. Prepariamoci a pagare il pizzo e a sostituire nelle comunicazioni gli SMS con i pizzini, a convivere con il picciotto e il mammasantissima, con l’ominicchio e il quaquaraqua.

Inoltre, riferendosi, ai forti ascolti di “Vieni via con me”, sostiene che:

La mafia evidentemente tira, non solo di coca. Un argomento che oltre a far girare le rotative della Mondadori, nella presente circostanza fa girare anche le balle a quelli del Nord, leghisti in particolare, accusati di ospitare in Padania il fior fiore delle cosche. Si calmi signor Gomorra, Sondrio non è Casoria. Como non è Torre Annunziata. Brescia non è Corleone. Il Nord ha le sue grane e se le gratta. Lei si gratti le sue e non si illuda di potersi sentire meglio dicendo male di chi paga il conto per tutti, anche per i mafiosi e per quelli che li tollerano, rendendosi di fatto loro complici.

Emilio Fede, in occasione dell’arresto del boss dei Casalesi Antonio Iovine, ne ha approfittato per attaccare lo scrittore:

L’antimafia dei fatti, non come questo personaggio che è presente ovunque, si propone come se fosse lui quello che combatte la camorra, imperversa sulla Rai e gira con scorte e mitragliette, va al ristorante e vende libri non certo per fare beneficenza.

Emilio Fede si chiede come mai la Rai lo ospiti sempre, ma i 9 milioni di telespettatori dell’ultima puntata di “Vieni via con me” dovrebbero essere una risposta ampiamente sufficiente. Di seguito vi mostriamo il video dell’invettiva di Emilio Fede contro Saviano.

Visualizza questo contenuto su