La battaglia legale tra Angelina Jolie e Brad Pitt per la custodia dei figli sembra non aver fine. Ora l’attrice ha portato di nuovo l’ex marito in tribunale, accusandolo di non aver pagato gli alimenti ai figli nei 18 mesi trascorsi dall’annuncio del divorzio a oggi.

Lo rivela un documento di cui ha preso visione il Daily Mail, secondo il quale l’attore statunitense non avrebbe adempiuto correttamente ai suoi obblighi di mantenimento. “Al momento, [Pitt] non ha dato alcun sostegno significativo ai figli dopo la separazione”, scrive l’avvocato della Jolie, Samantha Bley DeJean. Che aggiunge poco dopo: “Dato che gli accordi informali relativi al pagamento delle spese dei bambini non sono stati regolarmente sostenuti per oltre un anno e mezzo, [Jolie] intende presentare una richiesta urgente per un ordine retroattivo di sostegno all’infanzia”. Per questo motivo la Jolie sarebbe ricorsa di nuovo ai giudici, per costringerlo ad assolvere i suoi obblighi finanziari.

Nessuna risposta formale da parte dei legali dell’attore, anche se fonti vicine a Pitt hanno riferito che l’attore avrebbe sempre portato avanti i suoi impegni. Pochi giorni fa, l’attore era andato su tutte le furie con l’attrice-regista, che non gli aveva consentito di vedere tutti i sei figli insieme per l’estate.

La nuova richiesta di Angelina Jolie arriva dopo due anni da quella di divorzio presentata per “differenze inconciliabili”. Pur reclamando ciò che è dovuto ai suoi figli, il suo non sembra essere soltanto un problema di soldi, visto che ha un patrimonio netto stimato intorno ai 160 milioni di dollari. Piuttosto, sembra che l’attrice abbia fretta e voglia finalmente chiarire qualsiasi situazione sospesa, per aprire una nuova fase nel rapporto con l’ex marito, che comprenda anche una co-genitorialità più responsabile dei figli. Lo confermerebbe lo stesso documento, che chiede che il divorzio si concluda entro la fine di quest’anno.