Angelina Jolie ha visitato diversi campi per rifugiati in Bangladesh e nelle zone confinanti. L’attrice si è recata nei campi Rohingyas come inviata speciale dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite. In questi giorni la star di Hollywood è attesa anche a Teknaf per incontrare i musulmani che, nell’agosto 2017, hanno lasciato la Birmania in seguito alla brutale repressione militare.

Angelina Jolie, da sempre in prima linea per i rifugiati e per gli ultimi, ha parlato con donne e bambini ospiti dei campi profughi, per approfondire la situazione nella quale versano, per conto dell’ONU.

Lontana dai gossip internazionali, a pochi giorni dalle nuove foto che la ritraggono con l’ex marito Brad Pitt, Angie è apparsa sorridente scendendo dall’aereo. Indossava una camicia bianca abbottonata sotto un cappotto nero, pantaloni dello stesso colore e grandi occhiali da sole.

Più tardi è stata fotografata in un look total black, con tanto di velo sul capo, durante la visita nel campo di Ukhia. Angelina Jolie non ha rilasciato dichiarazioni alla stampa, ma la sua visita non è casuale. I campi visitati dall’attrice hanno fatto una richiesta alle Nazioni Unite per 1 miliardo di dollari per accudire i rifugiati presenti in questi luoghi.

Nuove immagini ritraggono Angelina Jolie durante il suo incontro con i bambini di uno dei campi, con un elegante velo bianco sul capo, intenta fare bolle di sapone per intrattenere i più piccoli. Nonostante questo sia il suo primo viaggio in Bangladesh, Angie ha già incontrato i rifugiati Rohingya durante i suoi viaggi in India nel 2006 e nel Myanmar nel 2015.

Visualizza questo post su Instagram

she is so precious and pure ❤ #AngelinaJolie

Un post condiviso da Angelina Jolie (@angelinajolieweb) in data:

I Rohingya, che vivono nella parte settentrionale della Birmania, al confine con il Bangladesh, sono da sempre vittime di persecuzioni nel loro stato, che non riconosce la loro etnia. Spesso sono ospiti di campi profughi in altri paesi confinanti. La situazione si è aggravata dopo gli ultimi scontri del 2017.