Angelina Jolie e Brad Pitt, dopo mesi di contrasti, sembrano finalmente vicini a un accordo per la custodia dei figli. Ufficialmente la coppia andrà in tribunale il prossimo 4 dicembre, ma a detta del sito The Blast i due potrebbero firmare nei prossimi giorni un accordo privato che metta fine alla gravosa situazione.

Già lo scorso settembre si era parlato di un possibile incontro tra gli avvocati dei due attori di Hollywood, poi sfumato a causa dei continui contrasti tra i due. Se Angelina secondo l’Hollywood Reporter aveva dichiarato a amici e conoscenti di sentire tremendamente la mancanza di Brad, sposato nel 2014 dopo nove anni di relazione, i bene informati sostengono che Brad non abbia più voluto incontrare la ex moglie, e che il loro rapporto si era ridotto a brevi telefonate sui loro sei figli.

Brad Pitt e Angelina Jolie (foto Getty Images)

Questo almeno fino a qualche giorno fa, quando, sempre secondo The Blast, Angelina Jolie e Brad Pitt si sono finalmente incontrati per stringere un accordo, a quanto pare però non ancora firmato, sul destino dei loro ragazzi. In ballo però non ci sono solo Maddox, 17 anni, Pax, 14 anni, Zahara, 13 anni, Shiloh, 12 anni, e i gemelli di 10 anni Knox e Vivienne, ma anche il grande patrimonio della coppia, che non aveva firmato alcun accordo prematrimoniale nel 2014. Sembra infatti che, se alcune proprietà erano state già divise in un accordo privato prima dell’estate, buona parte dei beni in comune e delle terre siano ancora da suddividere.

Di certo gli ex Brangelina non hanno ancora molti giorni per ripensamenti: il processo per la custodia dei ragazzi inizierà il 4 dicembre e i figli più grandi, secondo la legge americana, potrebbero essere chiamati alla sbarra per testimoniare, e persino scegliere con quale genitore restare, se non si arrivasse a nessun accordo.

Entrambi al momento sono impegnati su set cinematografici, Angelina sta girando il fantasy Come Away, mentre Brad è sul set di Once Upon a Time in Hollywood con Leonardo DiCaprio.