Angelina Jolie: come ha riscoperto se stessa dopo il divorzio

L'attrice racconta l'esperienza di crescere e riscoprirsi insieme ai suoi sei ragazzi, che la seguono spesso anche sul set.

Angelina Jolie ha raccontato alla rivista inglese Hello che ha riscoperto se stessa grazie ai suoi figli che ora sono diventati grandi. Dopo il difficile divorzio da Brad Pitt, che nei giorni scorsi ha raccontato il suo percorso con l’alcolismo, l’attrice di Maleficent 2 ha attraverso una fase di forte insicurezza.

Sono cresciuta e al tempo stesso ringiovanita con i miei figli” ha raccontato Angelina. “Ora che i ragazzi sono più grandi sto riscoprendo me stessa. Quando sono piccoli sei molto mamma, ti dedichi a loro e dimentichi te stessa” ha raccontato la Jolie, che poi ha spiegato meglio il suo pensiero.

Angelina sul red carpet con i figli
Angelina Jolie e tutti i suoi figli lo scorso 25 febbraio (foto Getty Images)

Quando iniziano a crescere, specialmente nell’adolescenza, scopri cosa piace loro e spesso ti rivedi. Quando escono e vanno nei club pensi che vorresti andarci anche tu. Questo è il divertente momento nel quale riscopri te stessa“.

Angelina Jolie e Brad Pitt hanno sei figli, Maddox, di 18 anni, Pax di 15, Zahara di 14, Shiloh di 13, e i gemelli Vivienne e Knox, 11 anni.

Angelina Jolie, Shiloh, Vivienne, Knox e Zahara (foto Getty Images)

Mi sto dedicando molto di più alla recitazione in questo momento, perché mi permette di non di non trascurare la mia famiglia” racconta Angie, che questa estate ha affidato i figli all’ex marito per stare sul set.

Mi piacerebbe tornare alla regia, ma questo richiede molto più tempo e attenzione, e mi porterebbe via a lungo dai ragazzi. Lo farò quando sarà il momento giusto“.

Angelina Jolie, Maddox, Pax, Zahara e Shiloh (foto Getty Images)

L’attrice ha descritto com’è portare i figli sul set: “Sono bravissimi, molto attenti. E si divertono tanto quando ci sono grandi scene d’azione, perché mi conoscono molto bene in altre vesti“.

Loro mi vedono come la loro mamma, non bravissima nel preparare la colazione ma sempre divertente. Però ogni set porta una nuova esperienza, nuove culture, nuovi mondi. Un’esperienza bellissima anche per loro“.