Ballo Ballottaggio: Elio e le Storie Tese sulle elezioni milanesi

Elio e le Storie Tese dedicano a "Parla con me" una delle loro parodie, stavolta sul ballottaggio alle elezioni comunali di Milano.

Corrono le ore prima del ballottaggio per le elezioni al comune di Milano. E se a fronteggiarsi ben sappiamo che ci saranno il sindaco uscente Letizia Moratti e lo sfidante Giuliano Pisapia, c’è qualcuno che approfitta delle ultime battute della campagna elettorale per ironizzare su quello che sta accadendo in queste ore concitate.

Si tratta di Elio e le Storie Tese, la band rock demenziale ospite fissa a “Parla con me“, che ritorna sulle sue parodie politiche. Per Elio è la volta di “Ballo ballottaggio“, ispirata alla canzone di Raffaella Carrà “Ballo ballo”, naturalmente in chiave elettorale.

Era dai tempi dello scottante caso di Ruby Rubacuori che la band non eseguiva le sue parodie, quando il “Waka waka” si Skakira diventò “Bunga bunga” e la canzone dei Litfiba “Regina di cuori” si trasformò per magia in “Regime di cuori“. Questo pezzo sulle elezioni, però, non risulta simpatico e dalla grande portata satirica come gli altri.

La canzone di Elio si chiude con dei versi di una canzone di Franco Battiato, “Voglio vederti danzare” in cui viene recitato:

“E gira tutto intorno alla stanza, Pisapia avanza, avanza…”

Visualizza questo contenuto su