Il photobomb divertentissimo di Brad Pitt a Margot Robbie

Ilarità tra i tre protagonisti sul set dell'ennesimo photocall per il nono film di Quentin Tarantino.

Spettacolo

Storia

Che noia i photocall, deve aver pensato Brad Pitt durante il servizio fotografico per C’era una volta a… Hollywood: l’attore è protagonista del nono film diretto da Quentin Tarantino al fianco di Leonardo DiCaprio e Margot Robbie e da mesi è impegnato nella promozione del film.

Dal festival di Cannes fino all’uscita sugli schermi americani, prevista per il 26 luglio (ma bisognerà aspettare fino al 19 settembre per vederlo nei cinema in Italia), gli attori e il regista non si sono risparmiati in interviste e servizi: sempre belli, sorridenti, generosi con il pubblico.

Durante una chiamata ufficiale della Columbia Pictures al Four Season Hotel di Beverly Hills, Brad Pitt e Margot Robbie si sono lasciati andare a una piccola gag fuori programma, che deve aver spezzato la seccatura degli ennesimi scatti fotografici.
Mentre Margot era in posa (splendida nella sua jumpsuit bianca di Derek Lam e make-up monochrome arancione), Brad è balzato di fronte alla macchina fotografica, con un plastico salto, impallando l’attrice e generando ilarità in tutto lo studio.

Brad Pitt e Margot Robbie (Photo by Kevork Djansezian/Getty Images)

La sua collega, tutt’altro che intimidita dal photobomb di cui è stata vittima, ha regalato altrettante pose divertenti – e divertite – al fotografo.

Margot robbie risponde al photobomb di Bard Pitt (Photo by Kevork Djansezian/Getty Images)

Sembra chiaro che, pur smentite le voci di una presunta liaison tra i due, sul set di Tarantino deve essere nato grande affiatamento tra i suoi protagonisti, Leonardo DiCaprio compreso.

Brad Pitt e Leonardo DiCaprio (Photo by Kevork Djansezian/Getty Images)

Nel frattempo, il regista ha svelato la durata del film: 161 minuti, un paio di minuti in più rispetto alla versione di C’era una volta a… Hollywood passata a Cannes.

Ormai nota la trama: DiCaprio è Rick Dalton, un attore che ha avuto successo con una serie western e vuole debuttare al cinema nella Hollywood del 1969. Pitt è Cliff Booth, sua controfigura. A fare da sfondo, l’orribile omicidio della vicina di casa di Rick, Sharon Tate, interpretata da Margot Robbie, e di quattro suoi amici per mano dei seguaci di Charles Manson.

Ricco il cast che gira intorno ai tre protagonisti: ci sono anche Al Pacino (l’agente di Dalton), Damian Lewis (l’attore Steve McQueen), Dakota Fanning (Squeaky Fromme, membro della “famiglia” Manson), Nicholas Hammond il (regista Sam Wanamaker), Emile Hirsch (una delle vittime); e poi Luke Perry, alla sua ultima apparizione prima della prematura scomparsa, Clifton Collins Jr. e Keith Jefferson, Burt Reynolds, Timothy Olyphant, Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen.