Brasile: Lula da Silva offre asilo politico a Sakineh Mohammadi Ashtiani

Il Presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, ha offerto asilo politico alla donna iraniana condannata alla lapidazione per aver aver commesso adulterio. Reato che in Iran è punibile con la morte.

Viste le pressanti polemiche e la reazione massiccia da parte di tutta la comunità mondiale, il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad si era visto costretto a sospendere la pena.
Ma la vicenda di Sakineh Mohammadi Ashtiani, rea confessa di un omicidio mai commesso e del relativo adulterio, rischia di cadere nel dimenticatoio.

Per questo si apprende dal sito di Libero-News che il Presidente Lula, sicuro di un esito positivo di tutta questa drammatica vicenda, ha dichiarato:

Chiedo al leader dell’Iran, Mahmoud Ahmadinejad di consentire al Brasile di dare rifugio a questa donna.