10 buoni motivi per scegliere il sostegno a distanza

Nel mondo ogni 2 secondi una bambina è costretta a sposarsi: un aiuto concreto per spezzare il ciclo di povertà che porta a questo abuso.

Nel mondo ogni 2 secondi una bambina è costretta a sposarsi: succede in paesi svantaggiati come India, Nepal, Tanzania, Kenya e Benin, paesi in cui WeWorld Onlus opera tramite il sostegno a distanza per aiutare le piccole e le loro famiglie, affinché venga spezzato il ciclo di povertà che porta a questo abuso.

Dietro ai matrimoni precoci, cui sono costrette le bambine, infatti, c’è una famiglia povera che non è in grado di mantenere i propri figli e che vede in un matrimonio combinato l’unica possibilità di far sopravvivere la figlia.

Le conseguenze sono davvero tragiche: la bambina è privata del suo futuro, costretta a sposare un uomo adulto, a volte anziano, e ad affrontare una gravidanza precoce. La morte per parto è all’ordine del giorno, non sono rare violenze, abusi, riduzione in schiavitù e prostituzione per mantenere i figli, con tutto ciò che può derivarne, compresa la possibilità di contrarre HIV.

Una vera e propria urgenza, che l’organizzazione non profit WeWorld Onlus, nata con l’obiettivo di accrescere l’impatto dei progetti di Cooperazione allo Sviluppo e Aiuto Umanitario nei 29 Paesi d’intervento, compresa l’Italia, affronta ogni giorno. WeWorld Onlus lavora in 128 progetti raggiungendo oltre 2,4 milioni di beneficiari diretti e 12,3 milioni di beneficiari indiretti.

Cos’è il sostegno a distanza

Il sostegno a distanza di WeWorld Onlus permette di salvare una bambina dal matrimonio precoce, restituendole l’infanzia a donandole la possibilità di costruirsi il proprio futuro. Inoltre con il sostegno a distanza viene coinvolta tutta la popolazione in un “circolo virtuoso” in cui ciascuno, comunità, famiglie, sostenitore, gioca un ruolo fondamentale. Il sostegno a distanza consente di pianificare il lavoro nel lungo termine, garantendo continuità e trasparenza: la scuola è un punto nevralgico dei progetti. Attraverso di essa gli operatori di WeWorld Onlus possono:

  • Tenere le bambine al sicuro dagli abusi
  • Consentire loro un futuro diverso grazie all’ istruzione
  • Sensibilizzare le ragazze, la famiglia, la comunità
WeWorld Onlus (Ufficio stampa)

10 buoni motivi per scegliere il sostegno a distanza con WeWorld Onlus

  1. Evita il trauma di matrimoni in tenera età. Le bambine sposano spesso uomini molto più grandi e sono vittime di grossi traumi psicologici. Rischiano ogni giorno di subire violenza domestica da parte del marito, oltre alla violenza fisica.
  2. Evita i rischi del parto per bambine al di sotto dei 15 anni. A 13-15 anni le bambine non sono fisicamente pronte per affrontare il parto, in quanto troppo giovani. Inoltre, non hanno alcun tipo d’informazione e in alcuni casi nemmeno assistenza medica.
  3. Riduce la prostituzione minorile. Per chi sopravvive al parto, è elevato il rischio di prostituzione per mantenere i figli.
  4. Riduce il rischio di contrarre l’HIV e altre malattie sessualmente trasmissibili. La prostituzione porta a malattie sessualmente trasmissibili e gravissime come l’HIV, che rischiano di essere trasmesse anche ai futuri figli.
  5. Permette alle bambine di andare a scuola e di avere un lavoro dignitoso in futuro. Con la scuola e la prosecuzione degli studi cambia il futuro che la ragazza può costruire per sé e per la propria famiglia, cambiano la cultura, la consapevolezza, le possibilità.
  6. Permette alle famiglie e alle bambine di non dipendere dai matrimoni. Con un sostegno, le famiglie più povere non sono costrette a dare in moglie la figlia per sopravvivere e farla sopravvivere.
  7. Fornisce assistenza e supporto psicologico e legale a bambine vittime di abuso. Spesso le ragazze non sanno come reagire, come comportarsi in queste situazioni, né come uscirne.
  8. Rende consapevoli le ragazze dei loro diritti. Le bambine non sono a conoscenza dei loro diritti, pensano che si tratti di situazioni inevitabili e inalterabili. Il matrimonio precoce viola i diritti delle ragazze alla salute, all’istruzione e a qualsiasi opportunità.
  9. Crea un network per identificare e aiutare le bambine a rischio. La scuola, con la comunità e le famiglie, è parte di un sistema ideale per individuare e aiutare le bambine più a rischio.
  10. Crea un legame bello e importante tra donatori e ragazze sostenute. Con il sostegno a distanza due vite si incontrano – quella del sostenitore e della bambina, due vite che traggono forza l’una dall’altra, dall’amore, dall’aiuto, dalla bellezza di un mondo migliore.

Come attivare il sostegno a distanza con WeWorld Onlus

Il sostegno a distanza di WeWorld Onlus è destinato alle bambine delle scuole primarie.

All’attivazione del sostegno l’organizzazione invia la fotografia e i dati personali della bambina, con le informazioni sul suo Paese e il progetto che WeWorld Onlus vi svolge.

In seguito, il sostenitore riceve ogni anno un disegno e una foto della bambina, oltre alla rivista e al report annuale. Il sostenitore può scrivere alla bambina e andare a trovarla, così da verificare con i propri occhi i progressi, la sua crescita e rafforzare un legame che, a quel punto, avrà già cambiato (in meglio) la vita di tutte le persone coinvolte!

WeWorld Onlus (Ufficio stampa)
Pubbliredazionale