Cannes 2019: i look più belli della nona serata

DiCaprio torna ancora una volta, ma come ambientalista, sul red carpet della Croisette: attrici e modelle con cui ha diviso l'attenzione dei fan e dei fotografi.

Spettacolo

Dopo la giornata dedicata a Quentin Tarantino e ai divi di Cannes 2019, Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie, i look più belli hanno attraversato il red carpet della nona serata sulla Croisette per Xavier Dolan e il suo nuovo film Matthias & Maxime.

Il talentuoso regista canadese ha prodotto la pellicola, scritto la sceneggiatura, curato la regia e interpretato una parte nel film, confermando ancora una volta la sua natura di artista poliedrico assolvendo tutti i ruoli chiave del lavoro cinematografico. Non è la prima volta per lui in Costa Azzurra: ha, infatti presenziato altre quattro volte al Festival francese. Il suo esordio risale al 2010, quando 21enne presentò Les Amours imaginaires, nella sezione “Un Certain Regard”. Due anni tornò in Laurence Anyways e il desiderio di una donna…, ancora a “Un Certain Regard”, conquistando due premi, a Suzanne Clément come migliore attrice e a Dolan la Queer Palm. Mommy sbarca a Cannes nel 2014 e vinse il Premio della giuria. Quindi, nel nel 2016 con È solo la fine del mondo, Grand Prix speciale della giuria.

Giornata importante per l’Italia, presente grazie a Lina Wertmüller, prima donna in concorso a Cannes, nel 1972 con Mimì metallurgico, nonché prima donna candidata all’Oscar come migliore regista, per il film Pasqualino Settebellezze, di cui proprio sulla Croisette è stata presentato il restauro, curato dal Centro Sperimentale di Cinematografia e dalla Cineteca Nazionale.

Spazio anche alla proiezione di Oh Mercy! (Roubaix, une Lumiere) di Arnaud Desplechin con Roschdy Zem, Léa Seydoux, Sara Forestier e Antoine Reinartz, in concorso per la Palma d’oro. Dopo la mattinata, aperta con la conferenza stampa di Once Upon A Time… in Hollywood, durante la quale si è potuto godere ancora della visione delle star hollywoodiane, vediamo quali attrici e quali attori, al netto delle solite bellissime modelle (con capezzoli al vento compresi…), hanno attraversato il red carpet del Festival di Cannes 2019.

  • Leonardo DiCaprio è di nuovo salito sulla montée des marches (sempre in Giorgio Armani), al fianco stavolta di Leila Conners, regista del documentario ecologista Ice in Fire, che l’attore, da sempre sensibile a tematiche ambientaliste, ha prodotto e per cui ha prestato la voce come narratore.

    Leonardo DiCaprio e Leila Conners (Photo credit VALERY HACHE/AFP/Getty Images)
  • Regina del red carpet, di nuovo Marion Cotillard, con pantaloncini e maglione corto di Ludovic de Saint Sernin e con coprispalla in denim finemente ricamato con un dragone di Balmain, per la prima mondiale di Matthias Et Maxime. L’attrice è una vecchia conoscenza di Dolan, che l’ha diretta nel film È solo la fine del mondo.

    Marion Cotillard (Photo by George Pimentel/WireImage)
  • Completo pantaloni blu e top ricamato di Louis Vuitton per Léa Seydoux sulla Croisette per presentare Oh Mercy! (Roubaix, une Lumiere), di Arnaud Desplechin.

    Léa Seydoux (Photo by Dominique Charriau/WireImage)
  • Anche un’altra attrice francese, Stacey Martin, era in Louis Vuitton: per lei minidress con specchietti disegnato da Nicolas Ghesquière.

    Stacy Martin (Photo by Stephane Cardinale – Corbis/Corbis via Getty Images)
  • Deliziosa Sara Forestier, co-protagonista della Seydoux nel film di Desplechin, che ha scoperto le spalle con un abito rosa impreziosito da perle e piume. Colore che dona particolarmente all’attrice nata a Copenaghen nell’86: era sempre in rosa quando ha vinto il Caesar come miglior attrice per The Name of People nel 2011.

    Sara Forestier (Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)
  • L’interminabile e immancabile lista di modelle inizia con Adriana Lima, in abito attillatissimo di paillettes blu firmato Michael Kors.

    Adriana Lima (Photo by Daniele Venturelli/WireImage)
  • Di chiffon vinaccia l’abito trasparente di Valentino indossato da Izabel Goulart, con rossetto e gioielli ton sur ton.

    Izabel Goulart (Photo by Stephane Cardinale – Corbis/Corbis via Getty Images)
  • È un Ralph & Russo SS19 Couture il modello verde scelto da Winnie Harlow.

    Winnie Harlow (Photo by Daniele Venturelli/WireImage)
  • Immancabile la nudità improvvisa: vittima del destino baro, in questa edizione (almeno per ora), la modella brasiliana Fernanda Liz, prontamente immortalata dai flash quando il corpetto del suo abito di tulle giallo di Ali Karoui è precipitosamente sceso al di sotto del consentito.

    Fernanda Liz (Photo by Samir Hussein/WireImage)
  • A chiudere la carrellata delle top, Josephine Skriver in completo bianco, con schiena scoperta impreziosita da pendente, di Ashi Studio Couture.

    Josephine Skriver (Photo by Stephane Cardinale – Corbis/Corbis via Getty Images)