Charlène di Monaco mozzafiato al Gala per i 70 anni della Croce Rossa

Per i 70 anni della Croce Rossa del Principato, l'ex nuotatrice e modella ha sfoggiato un abito a sirena nei toni del blu, dell'oro e dell'argento che ha lasciato tutti incantati.

Aggiornato il 23 aprile 2019

Al settanesimo Gran Ballo della Croce Rossa di Monaco, l’evento glamour di punta dell’estate del Principato, tutti gli sguardi sono stati per la principessa Charlène di MonacoLa moglie di Alberto II ha incantato tutti, fasciata com’era in un lungo abito a sirena di Atelier Versace, profondamente scollato sul davanti e impreziosito da squame decorate con cristalli Swaroski, nei toni del blu, dell’argento e dell’oro.

All’abito, l’ex nuotatrice sudafricana ha abbinato una clutch metallica e squadrata. Sugli occhi ha scelto uno smokey eyes sempre sui toni del blu e dell’argento, mentre per i gioielli ha optato per un bracciale in oro bianco e diamanti e degli orecchini “ear cuff” di Gaia Repossi, da sempre fornitore ufficiale della famiglia Grimaldi.

Accanto alla principessa Charlène di Monaco, il principe Alberto II ha sfoggiato uno smoking pantaloni neri e giacca panna, reso più casual da un papillon rosso, il colore della serata, che la moglie richiamava invece grazie al mazzo di fiori ricevuto al suo ingresso allo Sporting Club di Montecarlo. Il principe, apparso molto rilassato e a suo agio, con la sola presenza ha messo a tacere le voci che in quest’ultimo periodo lo volevano in un momento delicato per la sua salute.

Il Gala della Croce Rossa è l’evento clou dell’estate del Principato, un evento sociale e di beneficenza partito nel 1948. Questa settantesima candelina è stata, però, più sottotono rispetto agli altri anni, come dimostrato dall’assenza di altri membri della famiglia Grimaldi, così come di nomi e presenze internazionali. A spiccare, la performance del cantante Seal, che ha intrattenuto gli ospiti con un piccolo concerto. Assente giustificata, invece, è stata Charlotte Casiraghi che, tra pochi giorni, darà alla luce il suo secondogenito.

Articolo originale pubblicato il 30 luglio 2018

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Principi di Monaco