Come dimagrire con la dieta della zuppa

Un regime ipocalorico perfetto per l’inverno e i mesi più freddi: benefici, esempio di menu e ricette.

Fitness

Durante i periodi più freddi dell’anno e in inverno, capire come dimagrire con la dieta della zuppa può essere l’idea giusta per mangiare qualcosa di piacevolmente caldo, corroborante, e al tempo stesso puntare su piatti con poche calorie, ricchi di fibre, fantasiosi ma realizzati con ingredienti di stagione.

La maggior parte delle zuppe, infatti, ha una ricetta semplice che prevede un mix di cereali, legumi e verdure. Tanti i vantaggi della dieta della zuppa:

  • gli ingredienti sono facili da reperire, da scegliere in base ai gusti
  • è adatta anche a vegetariani e vegani
  • è economica
  • si può preparare una quantità maggiore di zuppa per averla già pronta al pasto successivo
  • è versatile e permette di variare molto
  • è semplice da mettere in pratica; nella maggior parte delle ricette, una volta assemblati gli ingredienti, non bisogna far altro che attendere che cuociano e mescolare di tanto in tanto
  • grazie alle fibre le zuppe placano presto e a lungo la fame

Naturalmente non basta mangiare zuppe light per dimagrire. Il menu va integrato con frutta, verdure, cereali integrali e proteine magre, ed è importante migliorare il proprio stile di vita, abbandonando la sedentarietà e facendo attività fisica regolarmente. Ci sono poi le rinunce “tipiche” di ogni dieta dimagrante: vanno evitati dolci, alcolici, salumi, formaggi stagionati, bibite gassate.

Prima di cambiare alimentazione, in ogni caso, è opportuno contattare il medico di fiducia, o meglio ancora un nutrizionista, per concordare insieme una dieta personalizzata in base alle esigenze specifiche.

Vediamo ora, a puro scopo informativo, come dimagrire con la dieta della zuppa, alcune ricette da provare e un esempio di menu.

Come dimagrire con la dieta della zuppa

Potete portare avanti la dieta della zuppa al massimo per due settimane. Come comporre un esempio di menu? Portate in tavola la zuppa una volta al giorno, a pranzo a cena, e per l’altro pasto puntate su una proteina magra accompagnata da un contorno e da una fetta di pane integrale tostato.

Non saltate nessuno dei 5 pasti consigliati: per colazione optate per una fetta di pane integrale tostato con un velo di marmellata fatta in casa, un caffè o un tè e un bicchiere di latte scremato o vegetale. Per gli spuntini, invece, alternate uno yogurt magro, un frutto, un frullato, una manciata di frutta secca.

Zuppe light: le ricette

Ecco alcune idee di zuppe light da cui lasciarsi ispirare.

  • Zuppa di verza e fagioli. Cuocete nel brodo vegetale verza, fagioli, carote e pomodorini. Aggiungete riso integrale quando la cottura è quasi ultimata.
  • Zuppa di farro e lenticchie. Cuocete le lenticchie con cipolla, pomodorini, carote nel brodo vegetale e aggiungete il farro. Completate la cottura e servite caldo il piatto.
  • Vellutata di carote con chips di sedano rapa. Realizzate la vellutata con cipolla, carote e patate, cuocendo con il brodo vegetale e mixando a fine cottura. Aggiungete yogurt greco, un crostino di pane integrale e chips di sedano rapa a fettine essiccate al forno.
  • Vellutata di zucca. Realizzate la vellutata con cipolla, zucca e patate, cuocendo con il brodo e mixando a fine cottura. Aggiungete un crostino di pane integrale e un gambo di sedano.
  • Zuppa di cavolo nero e ceci. Cuocete nel brodo cavolo nero e ceci, dopo averli passati in un soffritto leggero. Aggiungete alloro e rosmarino e completate con pane tostato o un cereale integrale a scelta.

Credits foto: