Cosa fare a Roma nel weekend del 28-30 settembre

Un fine settimana all'insegna dei festival: dal RomaEuropa Festival alla Biennale di arte e cibo fino alla kermesse dedicata al rum. E molto altro ancora...

Aggiornato il 8 maggio 2019

Siete indecisi su cosa fare a Roma nel weekend del 28-30 settembre? La redazione, come ogni settimana, ha selezionato per voi eventi, festival, inaugurazioni di locali e novità culinarie per aiutarvi a scegliere.

Prosegue fino al 25 novembre RomaEuropa Festival 2018, diretto da Fabrizio Grifasi, con Monique Veaute: la 33esima edizione intitolata Between Worlds è orientata a mediazioni e conciliazioni tra opposti, a riflessione e accoglienza, e fa affidamento su artisti di ventiquattro paesi di quattro continenti. Si conclude invece la kermesse dedicata al cinema brasiliano. E per gli amanti del rum, degustazioni imperdibili alla manifestazione a due passi da Villa Pamphilj.

Buon bere e buon mangiare protagonisti di nuove aperture ed eventi tutti da gustare, ma se preferite visitare una mostra o trascorrere la serata a teatro sarete accontentati con invitanti proposte culturali. Non resta che prendere carta e penna e segnare in agenda.

Mantegna a Palazzo Barberini

Appena inaugurate due nuove mostre alla Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini: La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquemart-André di Parigi, a cura di Michele Di Monte, incentrata su sei opere provenienti dalla famosa collezione parigina; un’occasione unica per ammirare due capolavori di questo straordinario maestro e quattro dipinti di suoi contemporanei; Gotico americano. I Maestri della Madonna Straus, due tavole dei cosiddetti Maestri della Madonna Strausdal Museum of Fine Arts di Houston, messi a confronto con l’opera di proprietà delle Gallerie Nazionali di Arte Antica. Sempre a Palazzo Barberini hanno aperto da alcuni mesi le nuove sale dell’ala Sud e con loro la grande mostra Eco e Narciso. Ritratto e autoritratto nelle collezioni del MAXXI e delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini a cura di Flaminia Gennari Santori e Bartolomeo Pietromarchi, visitabile fino al 28 ottobre.
Via delle Quattro Fontane, 13. Dalle 8.30 alle 19. Biglietti da 12 a 6 euro.

Andrea Mantegna, Ecce Homo, particolare (Paris, Musée Jacquemart-André – Institut de France © Studio Sébert Photographes)

Massimo Popolizio all’Auditorium

Per il secondo appuntamento con la terza edizione di Inedito d’autore, domenica la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica ospita Richard Feynman. La scienza senza cravatta, testo di Annalisa Gariglio e Tiziano Gamba (con la supervisione di Andrea Camilleri), con Massimo Popolizio. La manifestazione dedicata al teatro di narrazione quest’anno mette al centro dell’attenzione il mondo della scienza. Il testo letto da Popolizio è dedicato a Richard P. Feynman, fisico attratto da ogni evento della natura, guidato da un’inesauribile curiosità e da un preciso rigore scientifico. Il racconto in prima persona è caratterizzato dalla costante vena ironica e dissacratoria che accompagna lo spettatore in un caleidoscopio di eventi contraddittori.
Via Pietro de Coubertin, 30. Ore 21. Biglietto 15 euro.

Massimo Popolizio (Courtesy Press Office)

Agenda Brasil alla Casa del Cinema

Si conclude venerdì Agenda Brasil, il Festival Internazionale di Cinema Brasiliano, alla Casa del Cinema: l’ultima serata si apre (alle ore 20) con Antes Que Eu Me Esqueça di Thiago Arakilian, Premio del pubblico come miglior film al Festiva Agenda Brasil Milano, 2018. È la storia, al contempo delicata e piena di humour, di un ottantenne che decide di stravolgere ​la sua stabile​ ​vita da giudice pensionato e diventa socio di un nightclub, scontrandosi con la famiglia. Chiude il film Berenice procura di Allan Fiterman (alle ore 22), la storia di una tassista in crisi a causa del marito maschilista e del figlio alla ricerca della propria identità sessuale. L’assassinio di un transgender a Copacabana accenderà il suo spirito investigativo e le sconvolgerà la vita.
Largo Marcello Mastroianni, 1. Dalle ore 20. Ingresso gratuito.

Berenice procura di Allan Fiterman (Courtesy Press Office)

RomaEuropa Festival 2018

In occasione di RomaEuropa Festival 2018, la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica propone la prima nazionale di Saigon, di Caroline Guiela Nguyen. L’acclamata regista francese, insieme alla sua compagnia les Hommes Approximatifs, indaga con poesia e delicatezza l’identità post-coloniale, quando le proprie radici divengono un ricordo lontano incarnato in un ristorante etnico, sospeso tra la Francia di oggi e la Saigon degli anni ’50, e per sempre scollato dalla realtà.
Via Pietro de Coubertin, 30. Ore 21. Biglietti da 30 a 19 euro.

Saigon di Caroline Guyela Nguyen (Courtesy Press Office @Jean Louis Fernandez)

Resonance Tour all’Istituto Giapponese di Cultura

Considerato uno dei musicisti jazz più dotati del panorama musicale giapponese sin dal suo esordio, avvenuto con l’album Open the Green Door (2005), il pianista Hakuei Kim si è fatto apprezzare da pubblico e critica per la sua mirabile tecnica strumentale sempre sottesa da un solido approccio ritmico e da una profonda sensibilità melodica. Si esibisce venerdì all’Istituto Giapponese di Cultura. Impegnato regolarmente in tour che lo hanno reso noto anche a livello internazionale, il pianista è per la prima volta in Italia per presentare “Resonance” (2018), il suo ultimo lavoro in piano solo, composto da brani originali e personali rivisitazioni di celeberrimi standard del repertorio jazzistico.
Via Antonio Gramsci, 74. Alle ore 19. Ingresso libero.

Hakuhei Kim (Courtesy Press Office ©Shiho Yabe)

Tiranno Edipo! all’India

I giovani attori della Compagnia dell’Accademia portano in scena al Teatro India Tiranno Edipo! guidati da Giorgio Barberio Corsetti nella rilettura del classico sofocleo per un viaggio in quadri alle origini della modernità. Da sempre impegnato nella sperimentazione delle possibilità di riscrittura dei confini fra teatro e arti della scena, Corsetti si accosta all’Edipo Re di Sofocle – parte del ciclo tebano – come a un testo vivo, attivo, denso di simboli e capace tutt’oggi di far scaturire i complessi significati del reale. Lo spettacolo, infatti, prende avvio all’esterno del teatro, un “fuori” ambientato in un campo profughi. Gli spettatori sono invitati a seguire gli attori lungo un percorso che si struttura in due parti, quasi a simboleggiare le due città attraverso le quali dovrà muoversi Edipo.
Lungotevere Vittorio Gassman, 1. Venerdì e sabato ore 21; domenica ore 17. Biglietti da 20 a 14 euro.

Tiranno Edipo! (Courtesy Press Office)

Biennale di arte e cibo al We Gil

Sabato e domenica, al WeGil di Trastevere è tempo dell’undicesima edizione di Culinaria. Il Gusto dell’Identità: artisti e chef uniti in un’unica dimensione creativa. La kermesse, organizzata dallo chef romano Francesco Pesce e Fabrizio Darini, curata da GMGProgettoCultura e con il contributo di Regione Lazio, Arsial e Car, è una Biennale di arte e cibo, che quest’anno propone un percorso con omaggi degli artisti agli chef e viceversa. Opere e piatti, sul filo di suggestioni e ispirazioni reciproche, daranno vita a realizzazioni inedite e originali, con incontri, installazioni, video, foto: una mostra ispirata dai sapori d’arte e di cucina, ricca di contaminazioni, percorsi percettivi e degustazioni.
Largo Ascianghi, 5. Dalle ore 10 alle ore 22. Ingresso gratuito.

Una creazione di Gianfranco Pascucci (Courtesy Press Office)

Cockatil di fine estate

Autumn drops e Terrace breeze sono i due nuovi cocktail per salutare l’estate nel cuore di Roma sulle terrazze dell’Hotel Capo d’Africa e de Le Méridien Visconti Rome. Autumn drops, ideato dal Barman Fabrizio, è un trionfo di freschezza, una caipiroska reinterpretata con acini di uva nera, zucchero, lime, vodka e triple sec, da gustare sulle terrazze dell’Hotel Capo d’Africa, ammirando da un lato la Basilica dei Santi Quattro Coronati e dall’altro il Colosseo. Il drink Terrace breeze, firmato da Luca, Barman di Le Méridien Visconti Rome, storico albergo della capitale, nell’elegante quartiere Prati, è invece un mix di colori, all’insegna di sapori effervescenti: cranberry snakes, Ferrari rosè e una punta di st. Germain, da assaggiare in pieno relax sotto il cielo stellato di Roma sulla Terrazza Roof 7, con una vista a 360°, all’ultimo piano dell’albergo.
Via Capo d’Africa, 54 – Via Federico Cesi, 37.

Terrace Breeze (Courtesy Press Office)

ShowRUM Italian Rum Festival

Domenica, presso il Centro Congressi dell’A.Roma – Lifestyle Hotel & Conference Center è di scena la sesta edizione di ShowRUM – Italian Rum Festival, uno dei più importanti eventi al mondo e primo in Italia dedicato al rum e alla cachaca. La rassegna, promossa da Isla de Rum in collaborazione con SDI Group, è diretta da Leonardo Pinto, riconosciuto a livello mondiale come uno dei migliori esperti di rum in Europa, trainer e consulente per le aziende. Oltre 80 brand, tra rum tradizionali, rum agricole, selezionatori e cachaca per degustazioni, la STC – ShowRUM Tasting Competition, i cocktail, masterclass e seminari, ma anche la ShowRUM Cocktail Week, il Premio dedicato a Silvano Samaroli, il manuale sul rum, per la sesta edizione del festival diretto da Leonardo Pinto, uno dei più grandi eventi al mondo dedicati al rum e alla cachaca.
Via Giorgio Zoega, 59. Dalle ore 14 alle 21. Biglietto 10 euro in prevendita, 15 euro in loco.

ShowRUM – Italian Rum Festival (Courtesy Press Office)

Aperitivo da Ego Bistrot

Ego Bistrot è la novità gastronomica all’interno della Residenza Doria Pamphili. L’appuntamento inizia con l’aperitivo nella formula drink più un benvenuto, ma non mancano taglieri di mare e di terra. Daniele Cecchi, riferimento per il beverag, ha rivisitato alcuni cocktail giocando con i nomi come per la Bicicletta (Campari bitter, gin, aranciata galvanina), Mario il sanguinario o bloody mario (salsa di pomodoro speziata e gin), oppure il Negroni cimarolo (Negroni con punta di carciofo). Grande attenzione nel menu ai prodotti locali, arricchito dagli accenti orientali dello chef Andrea Quaranta, nella modernità minimal degli ambienti perché bastano le tre grandi vetrate sulla città eterna a riempire questa cornice.
Vicolo del Canale, 14. Dalle ore 19. Aperitivo da 10 euro.

L’aperitivo a Ego Bistrot (Courtesy Press Office)

Articolo originale pubblicato il 28 settembre 2018

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Cosa fare nel weekend