Non solo shopping: il Black Friday 2018  contagia il weekend del 23-25 novembre a Roma e fa breccia anche nella cultura. Qualche esempio? Alle Terme di Diocleziano, ingresso ridotto venerdì per la mostra Je suis l’Autre (mostrando coupon da Facebook profilo Electa); occasioni al Teatro Vittoria, dove da venerdì a domenica, si possono acquistare al 30 per cento di sconto biglietti in platea per qualsiasi spettacolo della stagione. Il venerdì nero arriva anche al Luneur Park con una promozione per l’intero weekend del 23-25 novembre, acquistando online lo speciale ticket giostre illimitate.

Da segnalare, domenica, la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Onu dal 17 dicembre 1999: da allora, rappresenta il momento più importante dell’anno per parlare, informare e sensibilizzare su questa piaga, che riguarda tutti i Paesi del mondo. La ricorrenza cade ogni anno il 25 novembre, in ricordo del giorno del 1960 in cui furono uccise le tre sorelle Mirabal, attiviste politiche della Repubblica Dominicana. È una data importante, per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto e che non possiamo continuare a veder crescere il numero delle donne che subiscono violenza. Tante le iniziative in tutto il mondo.

A seguire, invece, gli appuntamenti di musica, arte, cinema, sport e teatro da segnare in agenda per decidere cosa fare a Roma nel weekend del 23-25 novembre.

Lo spazio dell’immagine al MAXXI

Il MAXXI mette in mostra la sua Collezione con un nuovo allestimento che vede protagoniste alcune tra le 70 nuove acquisizioni di arte, architettura e fotografia. Più di 30 lavori per un totale di 26 autori in una grande collettiva che si apre proprio con la parte dedicata ad alcune delle Nuove Acquisizioni 2018, che introducono alla scoperta di questo importante patrimonio del museo. Il percorso prosegue in una seconda parte in cui le opere della Collezione Arte e Architettura sono state scelte e combinate, in un allestimento che prende in prestito il titolo di una importante esposizione realizzata a Foligno nel 1967- Lo spazio dell’immagine – in cui i lavori esposti erano costituiti per lo più da ambienti plastico-spaziali, realizzati dai protagonisti dell’arte italiana di quel periodo.

Via Guido Reni, 4/A. Dalle 11 alle 19. Venerdì ingresso libero.

Katharina Grosse, Ingres Wood Seven, 2017 (Courtesy Press Office @ Cecilia Fiorenza)

Gran Finale del RomaEuropa Festival 2018

Con una maratona musicale, dalle 16 alle 22.30, domenica si conclude la 33esima edizione del RomaEuropa Festival: protagonisti della serata la star del Benin Angélique Kidjo nella sua unica data italiana di presentazione del nuovo disco Remain in Light by Talking HeadsMatthew Herbert, per la prima volta in Italia, sul palco della Sala Santa Cecilia con la sua Brexit Big Band, l’artista visivo e musicista giapponese Ryoji Ikeda in un doppio appuntamento e il musicista contemporaneo Franco D’Andrea, sul palco con il suo Octet con Intervals I – II.

Viale Pietro de Coubertin, 30. Ryoji Ikeda alla Sala Petrassi alle 18. Biglietti da 30 a 15 euro. Franco D’Andrea al Teatro Studio Borgna alle 17. Biglietti da 20 a 15 euro. Ryoji Ikeda alla Sala Petrassi alle 18. Biglietti da 30 a 15 euro. Angélique Kidjo alla Sala Sinopoli alle 19. Biglietti da 30 a 15 euro. Matthew Herbert’s Brexit Big Band alla Sala Santa Cecilia alle 21. Biglietti da 30 a 15 euro.

Angélique Kidjo (Courtesy press office @Taylor Hill)

Giancane e Zerocalcare al Nuovo Cinema Palazzo

Dopo aver raggiunto la data numero 100 del suo tour per presentare Ansia e disagio, ultimo disco di inediti uscito a novembre, Giancane continua gli appuntamenti live al Nuovo Cinema Palazzo insieme a Zerocalcare. Il country neomelodico del cantante si intreccerà con il tratto del fumettista, in un linguaggio espressivo e sonoro carico di stile e originalità. Zerocalcare, classe 1983, esponente di spicco del fumetto in Italia, è protagonista della mostra Scavare fossati- Nutrire coccodrilli al MAXXI (fino al 10 marzo 2019).

Piazza dei Sanniti, 9a. Ore 21.30. Ingresso con sottoscrizione libera.

Zerocalcare, Fedeli alla tribù, 2010 (Courtesy press office)

Ritagli di donne alla Galleria d’Arte Moderna

In occasione della Giornata internazionale contro ogni forma di violenza sulla donna, sabato e domenica è possibile ammirare l’installazione Ritagli di donne dell’artista Benedetta Montini presso gli spazi della Galleria d’Arte Moderna. Il lavoro dell’artista marchigiana (ma da anni residente a Roma) si è sempre distinto per la capacità di proporre opere “empatiche” sia attraverso gli scatti fotografici con i quali immortala le proprie performance sia con collage su carta. Definita dalla critica “un’artista photo performer”, le sue opere sono il prodotto di un personale assemblaggio con il quale intende elevare il concetto di fascino femminile.

Via Francesco Crispi, 24. Dalle 10 alle 18.30. Biglietti da 7 a 6,50 euro.

Ritagli di donne (Courtesy press office)

Il Premio Fabrizio De André all’Auditorium

Il Teatro Studio Borgna all’Auditorium Parco della Musica ospita sabato l’ultimo atto del Premio Fabrizio De André, giunto alla sedicesima edizione, le finali delle categorie “Musica”, “Poesia” e “Pittura”. Protagonisti della serata i tredici finalisti della sezione “Musica”: Augenbliz, Beltrami, Chiara Effe, Danilo Ruggero, Filippo Villa, Flavio Secchi, Giulia Mei, Kafka Sulla Spiaggia, Martino Arcobasso, Misga, Nanco, Vhsupernova, Villazuk. Per la categoria “Poesia” verrà consegnato il premio a Liliana Zinetti, mentre nella sezione “Pittura” triomfa e ritira il premio Francesca Grosso. Durante la serata, Alessandro Mannarino riceverà la Targa “Faber” (già “Premio alla Carriera”) mentre alla Bandabardò verrà conferita la Targa “Quelli che cantano Fabrizio” (già ”Premio per la reinterpretazione dell’opera di Fabrizio”).

Viale Pietro de Coubertin, 30. Alle ore 21. Biglietto 15 euro.

Alessandro Mannarino (Courtesy press office @Gabriella Caponigro)

Il Festival della Cultura Paralimpica a Tiburtina

Cerimonia di chiusura, venerdì, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, della prima edizione del Festival della Cultura Paralimpica, ospitato al binario 16 della stazione Tiburtina. Oltre ai dibattiti e alle proiezioni che si alternano nei diversi spazi, è possibile visitare la mostra permanente sulle immagini, gli oggetti e le tecnologie legate allo sport paralimpico, realizzata con il contributo dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, di SuperAbile Inail e dei fotografi Augusti Brizzi, Mauro Ujetto e Michelangelo Gratton. Bebe Vio sarà presente al Festival della Cultura Paralimpica, nello spazio storytelling di venerdì mattina, a partire dalle 9.30. Fondatrice della Associazione Art4Sport Onlus, che si occupa di fornire protesi sportive ai ragazzi con amputazioni, la campionessa paralimpica e mondiale di fioretto racconterà, insieme ai suoi amici paralimpici e testimonial Emanuele Lambertini, Edoardo Giordan, Veronica Yoko Plebani e Riccardo Bagaini, la sua esperienza.

Stazione Tiburtina. Dalle 9 alle 16.30. Ingresso libero.

Bebe Vio (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Non mi hai più detto ti amo all’Olimpico

Fino al 16 dicembre, il palco del Teatro Olimpico ospita Non mi hai più detto ti amo: dopo 20 anni Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, la straordinaria coppia di Grease, torna a lavorare insieme per la prima volta in una commedia inedita, scritta e diretta da Gabriele Pignotta. Uno spettacolo ironico, intelligente, appassionante, cucito addosso a due protagonisti perfetti: istrionici e straordinariamente affiatati. La produzione è ambiziosa e importante, anche grazie all’ un allestimento di grande livello che conta sulle scene di Alessandro Chiti e i costumi di Silvia Frattolillo.

Piazza Gentile da Fabriano, 17. Venerdì e sabato alle 21; domenica alle 18. Biglietti da 41 a 16 euro.

Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia (Courtesy press office)

Lucia Ronchetti all’Aula Ottagona

Lucia Ronchetti torna a collaborare con il Teatro dell’Opera di Roma e cura, nell’Aula Ottagona delle Terme di Diocleziano, in co-realizzazione con Romaeuropa Festival e Museo Nazionale Romano, l’allestimento della prima esecuzione assoluta nazionale e in italiano de Le avventure di Pinocchio, commedia strumentale per soprano ‘en travesti’ e strumentisti solisti su musica di Lucia Ronchetti e testi tratti dalla celebre favola di Carlo Collodi. La compositrice, tra le più apprezzate oggi in Italia ed Europa, insieme ai solisti dell’Ensemble Intercontemporain, rilegge il capolavoro di Collodi dando vita a una pièce di teatro musicale in cui i cinque strumenti solisti incarnano i diversi personaggi del celebre romanzo. Dirige Matthieu Roy, soprano Juliette Allen.

Via Giuseppe Romita, 8. Venerdì alle 19; sabato alle 15 e alle 18; domenica alle 12 e alle 16. Biglietti da 25 a 15 euro.

Tango solidale alla Stazione San Paolo

Torna anche quest’anno Un tango solidale dalle Scarpe Rosse, ideato e organizzato da Fatima Scialdone Associazione Cult Tango Eventi con Atac, e con il Patrocinio dell’Ambasciata Argentina, Iila Istituto Italo Latino americano. L’evento, che si inserisce nell’ambito delle manifestazioni del 25 novembre per la Giornata Internazionale per eliminazione violenza contro donne, si terrà a partire dalle 18, presso la Stazione di Porta S. Paolo-Ostia Lido. Per sensibilizzare sul tema, tutti gli appassionati del tango argentino, ballo patrimonio dell’umanità secondo il protocollo dell’Unesco, verranno invitati ad indossare un accessorio di color rosso: scarpette per le donne e rosa rossa al polso, gli uomini.

Dalla Stazione di Roma Porta San Paolo. Dalle 18.

Festival Hippy al Circolo degli Illuminati

Oltre 200 artisti tra musicisti, artigiani, operatori olistici e artisti di strada domenica invadono il Circolo degli Illuminati, per rivivere l’atmosfera bizzarra e colorata dell’epoca hippy e celebrare i rivoluzionari anni ’60: un market coloratissimo con 60 artigiani, stilisti e collezionisti vintage da tutta Italia, dove poter iniziare la caccia al regalo perfetto per Natale. Gli stand proporranno anche rimedi naturali ottenuti dalla lavorazione di erbe e spezie essenziali, ceramica, lavorazioni di cuoio, arte del riciclo e oggettistica per l’arredamento. All’ angolo green, invece, una bellissima esposizione e realizzazione dal vivo di Kokedama. Dalle 19 spazio alla musica dal vivo due band si sfidano sul palco, Fannie Crue e Goats Mount.

Via Giuseppe Libetta, 1. Dalle 11.30 alle 21.30. Ingresso libero.

Festival Hippy: Roma come Woodstock (Foto: Facebook @romamercatini)