Cosa fare a Roma nel weekend: eventi e mostre

I consigli della redazione di mostre, teatro, danza, musica e gastronomia da segnare in agenda.

Cosa fare a Roma nel weekend del 1-2-3 marzo 2019, il fine settimana clou di Carnevale? Non solo sfilate e incontri gastronomici all’insegna del Carnevale, ma anche un fitto calendario di eventi culturali, incontri, mostre e attività per bambini e adulti.

Da segnalare venerdì l’appuntamento Gli animali a portata di mano al Museo di Zoologia: alcune delle sale espositive sono state arricchite con postazioni che comprendono sia modelli tridimensionali sia riproduzioni in scala e reperti zoologici, che offrono la possibilità al visitatore non vedente di conoscere la forma e le dimensioni dei reperti. Anche il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco si offre all’esplorazione tattile: un percorso ricco e articolato, che consente un viaggio dal Vicino Oriente alla Roma della dinastia giulio-claudia.

Ecco i consigli sugli appuntamenti imperdibili per decidere cosa fare nel weekend a Roma.

Julian Rosefeldt e Cate Blanchett al Palazzo delle Esposizioni

L’architettura della Rotonda del Palazzo delle Esposizioni fino al 22 aprile viene ridisegnata da Manifesto, la video installazione articolata in 13 grandi schermi dell’artista tedesco Julian Rosefeldt. L’opera è un omaggio alla pratica novecentesca dei Manifesti, quei testi diffusi come proclami, asseverativi e categorici, con i quali gli artisti distruggevano il passato per difendere – con parole incisive come quelle di una poesia – una nuova visione dell’arte che fosse specchio di un mondo nuovo. Julian Rosefeldt ha calato i manifesti del Novecento in tredici brevi film, ognuno dei quali dura 10 minuti e 30 secondi ed è ambientato in un diverso contesto. Tutti, a eccezione del prologo della durata di 4 minuti, sono interpretati dall’attrice australiana e due volte Premio Oscar, Cate Blanchett.
Via Nazionale, 194. Dalle ore 10 alle ore 22.30; domenica fino alle 20. Biglietti da 10 a 8 euro.

Cate Blachett in Manifesto
Cate Blanchett in Manifesto di Julian Rosefeldt (Courtesy Press Office)

Anna Bolena al Costanzi

Al Teatro dell’Opera venerdì ancora in scena Anna Bolena di Donizetti. Lo spettacolo con il ritorno del Maestro Riccardo Frizza sul podio, nuovamente alla direzione dell’Orchestra dell’Opera di Roma e di Andrea De Rosa alla regia. Il nuovo allestimento, una coproduzione con Lithuanian National Opera and Ballet Theatre, vede le scene sono di Luigi Ferrigno da un’idea di Sergio Tramonti, i costumi di Ursula Patzak e le luci di Enrico Bagnoli, e con Maria Agresta al suo debutto nel ruolo di Anna Bolena e Carmela Remigio che debutta nel ruolo di Giovanna Seymour.
Piazza Beniamino Gigli, 1. Alle ore 18. Biglietti da 125 a 70 euro.

Anna Bolena al Teatro dellìOpera di Roma
Anna Bolena (Courtesy Press Office @ph. Yasuko Kageyama)

Banksy Confidential Roma a San Lorenzo

Da venerdì, partendo dal cuore del quartiere San Lorenzo, Piazza dell’Immacolata meglio conosciuta come Piazzetta San Lorenzo, inaugura un percorso insolito attraverso Banksy in 3 opere d’arte pubblica. Le 3 opere saranno visitabili gratuitamente e per sempre, fino alla loro naturale consunzione. Le opere di Banksy si inseriscono in un percorso artistico di tutto rispetto, così come lo era quello dei graffitari che lo hanno preceduto, da Keith Haring a Jean Michel Basquiat, e a cui la storia ha reso giustizia tardiva.
Piazza dell’Immacolata.

Un'opera di Bansky a Roma
Bansky Confidential Roma (Foto Facebook @Artclub)

Cinema al MAXXI

A distanza di cento anni, Fondazione Cinema per Roma|CityFest, nell’ambito della rassegna Cinema al MAXXI, organizzata in collaborazione con il MAXXI e Alice nella città, nel weekend propone sabato (alle 16)  Zanna bianca di Alexandre Espigares, film d’animazione tratto dal classico della letteratura per l’infanzia adatto a tutte le età, il film rientra nella sezione Alice Family e domenica due proiezioni: alle 16 il film Sono nato, ma…, uno dei primi capolavori di Yasujiro Ozu, la cui fama, dagli anni ’70 a oggi, è diventata pari a quella dei più grandi cineasti di tutti i tempi (in programma al MAXXI fino al 28 aprile) ed alle 18 il pubblico potrà assistere alla proiezione di Girl, folgorante opera prima di Lukas Dhont, premiata a Cannes e ispirata a una storia vera.
Via Guido Reni, 4A. Dalle 16. Biglietti proizioni e incontri 5 euro.

Cinema al MAXXI di Roma
Girl di Lukas Dhont (Courtesy Press Office)

When The Rain Stops Falling all’Argentina

Appuntamento al Teatro Argentina con il racconto intimo e distopico di When The Rain Stops Falling, del drammaturgo australiano Andrew Bovell, da un progetto di lacasadargilla per la regia di Lisa Ferlazzo Natoli. Una saga familiare, un viaggio nel tempo dalla struttura complessa e affascinante per raccontare la storia di quattro generazioni di padri e figli, delle loro madri e mogli, i cui destini si sovrappongono in un intreccio di fili narrativi.
Largo Argentina, Venerdì ore 21, sabato ore 19, domenica ore 17. Biglietti da 40 a 12 euro.

When the Rain Stops Falling al Teatro Argentina di Roma
When the Rain Stops Falling (Foto bologna.emiliaromagnateatro.com @ Sveva Bellucci)

Xavier Veilhan alla Rinascente

Xavier Veilhan, artista francese che dagli anni ’90 illumina la scena con la sua potente visione, presenta nel flagship Rinascente una nuova opera monumentale: Mobile (Roma), un allestimento aereo composto da sfere e dischi del diametro di circa 4 metri si sviluppa lungo il cavedio, dal sesto al primo piano, per circa 21 metri. Un’opera che dà vita a un nuovo spazio, creato, secondo l’artista, per esistere in sé in modo autonomo e definito. Ma all’interno di questo spazio le possibilità trasformative sono infinite. Le sue sfere, infatti, interagiscono costantemente con gli elementi esterni ad esse: il flusso dell’aria, il movimento della gente. Rappresentano lo scorrere dei pensieri dei visitatori, passati e presenti.
Via del Tritone, 61, Via dei Due Macelli, 23. Dalle 10 alle 23. Ingresso gratuito.

Installazione aerea di Xavier Veilhan alla Rinascente di Roma
Mobile (Roma) di Xavier Veilhan (Courtesy Press Office)

Petrassi e Šostakovic all’Auditorium

All’Auditorium Parco della Musica nella Sala Santa Cecilia venerdì e sabato il direttore colombiano Andrés Orozco- Estrada torna alla guida dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia di Santa Cecilia, a un anno di distanza dall’ultima apparizione romana, accostando due delle figure più oniriche del Novecento: Šostakovic e Petrassi. In programma Noche Oscura di Petrassi, considerata uno dei capolavori sinfonico – corali del compositore romano, e la Sinfonia n. 7 Leningrado di Šostakovic, composta alla fine del 1941 in una Leningrado stremata dall’assedio tedesco, incarnò da subito il sentimento di opposizione al nazismo del popolo russo diventando un simbolo della resistenza.
Via Pietro de Coubertin, 30. Venerdì alle 20.30; sabato alle 18. Biglietti da 52 a 19 euro.

Centrale Montemartini

Il gruppo scultoreo che raffigura il fornaio Marco Virgilio Eurisace, ricco liberto di origine greca, e sua moglie Atistia è visibile alla Centrale Montemartini restaurato e con un nuovo allestimento. Il rilievo funerario, attentamente restaurato a cura della Sovrintendenza Capitolina ai beni culturali, rappresenta un’importante testimonianza storica e artistica della tarda età repubblicana, in quanto parte fondamentale dell’imponente sepolcro di Eurisace costruito poco dopo la metà del I secolo a.C. (40/30 a.C.), e riportato alla luce nel 1838 nell’area chiamata anticamente ad Spem Veterem, oggi Porta Maggiore, dove ne sono ancora visibili i resti.
Via Ostiense, 106. Dalle 9 alle 19. Biglietti da 7,50 a 5,50 euro.

Eurisace e Atistia
Eurisace a Centrale Montemartini (Courtesy Press Office)

Carnevale di Coldiretti

Dai tortelli della Lombardia alle tagliatelle fritte dell’Emilia, dalla schiacciata toscana ai grostoli del Trentino, fino agli scroccafusi delle Marche. Ma anche la pignolata bianconera della Sicilia, il migliaccio della Campania, gli aciuleddi della Sardegna e molto altro. Sono solo alcune delle specialità di Carnevale da tutta la penisola che si potranno scoprire con il tutor delle frappe sabato  alla prima sfilata nazionale dei dolci di Carnevale di Coldiretti. Gli agrichef mostreranno in diretta come realizzare a casa i tradizionali dolci.
Via San Teodoro, 74. Dalle 9.30. Ingresso gratuito.

Festa delle birre artigianali

Il primo weekend del mese si svolge nello store di Ostiense di Eataly la Festa delle birre artigianali, un’occasione per scoprire le migliori etichette italiane e internazionali, abbinate a sfiziose proposte street food, e per conoscere i mastri birrai. Ospitata fra il primo e il terzo piano, sarà la prima kermesse dedicata alla birra dopo il restyling, che ha visto nascere un Eataly Tutto Nuovo, il cui progetto si è concentrato proprio sulla birreria e sul birrificio che produce 50.000 litri di birra l’anno. Venerdì, alle ore 19, ci sarà la grande apertura con Il ballo delle debuttanti, in cui Andrea Turco, fondatore e ideatore di Cronache di Birra, presenterà 15 birre inedite realizzate da altrettanti birrifici italiani per il 2019, che si potranno degustare direttamente dalla spina fino a esaurimento fusti.
Piazzale XII Ottobre, 1492. Dalle ore 19. Ogni gettone costa 2€, valido per l’acquisto di una singola birra da 0,20 cl.

Festa delle Birre Artigianali da Eataly a Roma
Festa delle Birre Artigianali (Courtesy Press Office)

Credits foto:

  • Palazzo delle Esposizioni | Ufficio Stampa