Dieta del fantino per dimagrire velocemente

La dieta del fantino va seguita per tre giorni ed è ipocalorica e iperproteica. Fa perdere tre chili in tre giorni, ma attenzione perché è squilibrata.

Pubblicato il 25 agosto 2011

La dieta del fantino è un regime alimentare particolarmente drastico, da utilizzare sotto supervisione di uno specialista e da evitare se non si è in ottime condizioni di {#salute}. Proprio per via delle pochissime calorie e grassi che si introducono, permette di dimagrire circa una taglia nel giro di pochissimi giorni, oppure circa 3 Kg in 3 giorni.

Non va seguita per più di tre giorni e se seguita alla lettera si tratta di una dieta veloce che si può anche prendere in considerazione se ci si ritrova davanti a un’occasione speciale, come se ad esempio si vuole indossare quell’abito particolarmente stretto che abbiamo tenuto da parte.

È a base di carne e di pesce e non prevede l’apporto di carboidrati derivanti da pane e pasta. Vengono esclusi dall'{#alimentazione} quotidiana anche i dolci, mentre si introdurranno frutta e verdure in modo molto limitato. Mancheranno per tale motivo le fibre e quindi seguire questa dieta può provocare problemi di stitichezza e gonfiore.

Questo regime squilibrato e poco calorico andava molto di moda negli anni sessanta e si chiama “del fantino” poiché chi lo prova, spesso lo fa in vista di un appuntamento particolare o di una gara sportiva. È iperproteico e ipocalorico, fa introdurre circa 1200 kcal al giorno e comunque è sconsigliato dai nutrizionisti: tende a sgonfiare ma non a depurare, e anche se va seguito per un massimo di tre giorni, non apporta tutti quei nutrienti necessari a un corretto funzionamento dell’organismo.

Come sempre per ogni dieta, è bene bere molta acqua, circa due litri al giorno, e integrare il tutto con un po’ di sana attività fisica che aiuta il corpo al dimagrimento. Attenzione: se si soffre di fegato o di reni, ipertensione o colesterolo alto, questa dieta è altamente sconsigliata.

Per tre giorni bisogna seguire il seguente schema alimentare:

Colazione: caffè amaro.
Spuntino: 1 bicchierino di marsala o di porto con 100 g di Emmental o 80 g di parmigiano.
Pranzo: 150 g di carne magra cotta alla griglia. Sono ammesse tutte le carni: manzo, vitello, pollo, lonza di maiale.
Merenda: 1 bicchiere di marsala o di porto con 100 g di Emmental o 80 g di parmigiano.
Cena: come a pranzo.
Fuori pasto è consentito bere solo acqua oligo minerale non gassata.

Seguici anche su Google News!