Dieta dimagrante con colazione salata: come si fa

Quali cibi portare in tavola e quali evitare per perdere peso.

Aggiornato il 2 gennaio 2020

La dieta dimagrante con colazione salata è un’ottima alternativa alle diete con la classica colazione dolce e le “solite” fette biscottate e marmellata: ma come si fa e cosa mangiare per perdere peso?

La colazione, come ripetono sempre giustamente dietologi e nutrizionisti, è il pasto più importante della giornata: consente di avere energie e concentrazione per tutta la mattinata, di riavviare le funzioni del corpo che ha passato la notte in modalità relax, di accelerare il metabolismo.

È importante, naturalmente, che nessuno dei pasti della giornata venga trascurato. Devono essere 5, e dopo la colazione non possono mancare due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio, il pranzo e la cena. Mangiare poco e spesso, infatti, oltre a consentire di essere sempre attivi e scattanti, permette di dimagrire prima per due motivi: mantiene attivo il metabolismo e riduce la fame nervosa e in generale l’appetito lontano dai pasti.

I pasti devono essere, però, salutari, completi e a ridotto contenuto di calorie e di grassi per permettere il dimagrimento. Ecco come fare.

La dieta dimagrante con colazione salata

La colazione salata è sempre più diffusa tra chi inizia una dieta dimagrante, perché può essere molto varia, non annoia, si può preparare velocemente (anche all’estero, dove nella maggior parte dei paesi si preferisce a quella salata).

Cosa evitare

Durante la dieta dimagrante con colazione salata, in tutti pasti della giornata, per raggiungere gli obiettivi prefissati, è bene eliminare dalla lista della spesa:

  • bibite gassate
  • succhi di frutta
  • alcol
  • dolci industriali
  • cibi lavorati e già pronti
  • salumi e insaccati
  • formaggi stagionati
  • carni e pesci grassi
  • pasta e pane con farina raffinata
  • condimenti grassi come burro e margarina.

Cibi consigliati

Da preferire invece:

  • latte, derivati e formaggi magri
  • pesce e carni magre
  • legumi
  • uova
  • frutta e verdura fresca di stagione
  • frutta secca
  • pane e pasta integrale
  • acqua (almeno un litro e mezzo o due al giorno)
  • cioccolato extra fondente (un quadratino al giorno)
  • olio extravergine di oliva a crudo come condimento (preferire cotture semplici come alla griglia o al vapore).

Cosa mangiare a colazione per dimagrire

La colazione salata per dimagrire può essere molto semplice o può essere arricchita con tante ricette che la rendono sempre varia, in grado di non annoiare mai.

In tavola si possono portare pane integrale tostato per accompagnare formaggi magri o uova strapazzate o salmone non affumicato o bresaola.

Promossi anche spremute e centrifugati di frutta e verdura, magari con l’aggiunta di frutta secca  o semi oleosi. Se non potete rinunciare al caffè prendetelo senza zucchero o con l’aggiunta di un po’ di latte vegetale o scremato.

Cosa mangiare nel resto dei pasti: esempio di menu

Per dimagrire una colazione sana ed equilibrata non basta. Premettendo che prima di apportare qualsiasi cambiamento alla propria alimentazione è opportuno consultare il medico, dopo colazione è possibile in linea di massima proseguire seguendo un esempio di menu simile a questo.

  • Spuntino di metà mattina. Yogurt o frutta o una manciata di frutta secca.
  • Pranzo. Un piatto di pasta al pomodoro o un’insalata di riso con verdure o una minestra di legumi.
  • Spuntino di metà pomeriggio. Yogurt o frutta o una manciata di frutta secca.
  • Cena. Un secondo e un contorno accompagnati da una fetta di pane integrale tostato. A seguire un quadratino di cioccolata fondente con oltre il 70% di cacao.

Articolo originale pubblicato il 18 dicembre 2019

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Colazioni Sane
  • Come dimagrire
  • Cosa mangiare per dimagrire
  • Dieta Dimagrante

Credits foto: