Emmy Awards 2019: dove vederli, nomination, previsioni vincitori

Tutto quello che c'è da sapere sugli Oscar della Tv che saranno consegnati il 22 settembre al Microsoft Theater di Los Angeles.

Spettacolo

La cerimonia degli Emmy Awards 2019 è alle porte e i milioni di fan di Games of Thrones sono in fibrillazione per sapere quante statuette Il Trono di Spade, la serie tv dei record, riuscirà a portare a casa nel suo ultimo anno di programmazione. A sfidare il colosso HBO, nella categoria Drama, Killing Eve, BodyguardOzarkPoseBetter Call Saul, Succession e This Is Us.

Sul fronte Comedy, invece, The Marvelous Mrs. Maisel dovrà vedersela quest’anno con Barry, Fleabag, The Good Place, Russian Doll, Schitt’s Creek e Veep.

Gli Emmy, per la quarta volta nella loro storia, non avranno un presentatore quest’anno e in questo senso seguono le orme degli Oscar dello scorso febbraio. La decisione è stata resa nota a inizio agosto da Charlie Collier, CEO di Fox Entertainment – il canale che trasmette l’evento quest’anno – che ha detto: “Ci saranno momenti di intrattenimento, un numero di apertura e delle sorprese“.

Vediamo in dettaglio dove vedere la premiazione degli Emmy Awards 2019, quali sono le nomination e le nostre previsioni sui vincitori.

Il cast di ‘The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story’ (Photo by Steve Granitz/WireImage)

Emmy Awards 2019: dove vederli

La cerimonia di premiazione degli Emmy Awards si terrà al Microsoft Theater di Los Angeles, in California, dove si svolge dal 2015. L’evento verrà trasmesso in diretta negli USA dal canale Fox e in Italia su Rai4. La 71a edizione si terrà domenica 22 settembre alle ore 20 di New York, alle ore 17 di Los Angeles e alle 2 di notte in Italia.

Glenn Weiss e Jan Svendsen (Photo by Neilson Barnard/FilmMagic)

Le nomination agli Emmy Awards 2019

Miglior Drama

  • Better Call Saul – AMC (Netflix in Italia)
  • Bodyguard – BBC (Netflix in Italia e negli USA)
  • Game of Thrones – HBO (Sky Atlantic in Italia)
  • Killing Eve – BBC America (TIMVSION in Italia)
  • Pose – FX (Netflix in Italia)
  • Succession – HBO (Sky Altantic in Italia)
  • This is Us – NBC (Fox Life in Italia)

Miglior Attore protagonista in un drama

  • Jason Bateman in Ozark
  • Milo Venimiglia in This is Us
  • Sterling K. Brown in This is Us
  • Billy Porter in Pose
  • Bob Odenkirk in Better Call Saul
  • Kit Harington in Game of Thrones

Miglior Attrice protagonista in un drama

  • Emilia Clarke in Game of Thrones
  • Jodie Comer in Killing Eve
  • Sandra Oh in Killing Eve
  • Mandy Moore in This is Us
  • Robin Wright in House of Cards
  • Viola Davis in How to Get Away With Murder
  • Laura Linney in Ozark

Miglior Attrice non Protagonista in un Drama

  • Guendoline Christie in Game of Thrones
  • Lena Headey in Game of Thrones
  • Maise Williams in Game of Thrones
  • Fiona Shaw in Killing Eve
  • Julia Garner in Ozark
  • Sophie Turner in Game of Thrones

Miglior Attore non Protagonista in un Drama

  • Alfie Allen in Game of Thrones
  • Nikolaj Coster-Waldau in Game of Thrones
  • Peter Dinklage in Game of Thrones
  • Joanthan Banks in Better Call Saul
  • Giancarlo Esposito in Better Call Saul
  • Michael Kelly in House of Cards
  • Chris Sullivan in This is Us

Miglior Attrice Guest Star in un drama

  • Laverne Cox in Orange is the New Black
  • Cherry Jones in The Handmaid’s Tale
  • Jessica Lange in American Horror Story: Apocalypse
  • Cicely Tyson in How To Get Away With Murder
  • Phylicia Tyson in This is Us
  • Carice van Houten in Game of Thrones

Miglior Attore Guest Star in un drama

  • Michael Angarana in This is Us
  • Ron Cephas Jones in This is Us
  • Kumail Nanjani in The Twilight Zone
  • Bradley Whitford in The Handmaid’s Tale
  • Michael McKean in Better Call Saul
  • Glynn Turman in How To Get Away With Murder

Miglior Regia

  • David Beniof/D.B. Weiss per Game of Thrones ep. The Iron Throne
  • David Nutter per Game of Thrones ep. The Last of the Stark
  • Miguel Sapochnik per Game of Thrones ep. The Long Nigh
  • Lisa Bruhlmann per Killing Eve ep. Desperate Times
  • Jason Bateman per Ozark ep. Reparations
  • Adam McKay per Succession ep. Celebration
  • Daina Reid per The Handmaid’s Tale ep. Holly

Miglior Sceneggiatura

  • Peter Gould e Thomas Scnauz per Better Call Saul ep. Winner di
  • Jed Mercurio per Bodyguard ep. 1
  • David Benioff e D.B. Weiss per Game of Thrones ep. The Iron Throne
  • Jesse Armstrong per Succession ep. Nobody is ever missing
  • Bruce Miller e Kira Snyder per The Handmaid’s Tale ep. Holly
  • Emerald Fennell per Killing Eve ep. Nice and Neat

Miglior Comedy

  • Barry – HBO (Chilli in Italia)
  • Fleabag – BBC (Amazon Prime in Italia e USA)
  • The Marvelous Mrs. Maisel – Amazon Prime
  • Russian Doll – Netflix
  • Veep – HBO (Sky Atlantic in Italia)
  • Schitt’s Creek – Pop (inedito)
  • The Good Place – NBC (Premium Joi/Stories in Italia)

Miglior Attore protagonista in una Comedy

  • Anthony Anderson in Black-Ish
  • Michael Douglas in The Kominsky Method
  • Eugene Levy in Schitt’s Creek
  • Ted Danson in The Good Place
  • Bill Hader in Barry
  • Don Chaedle in Black Mirror

Miglior Attrice protagonista in una Comedy

  • Catherine O’Hara in Schitt’s Creek
  • Natasha Lyonne in Russian Doll
  • Phoebe Waller-Bridge in Fleabag
  • Julia Louis-Dreyfus in Veep
  • Rachel Brosnahan in The Marvelous Mrs. Maisel
  • Christina Applegate in Dead to Me

Miglior Attrice non Protagonista in una comedy

  • Alex Borstein in The Marvelous Mrs. Maisel
  • Anna Chlumsky in Veep
  • Sian Clifford in Fleabag
  • Olivia Colman in Fleabag
  • Sarah Goldberg in Barry
  • Marin Hinkle in The Marvelous Mrs Maisel
  • Kate McKinnon in Saturday Night Live
  • Bitty Gilpin in Glow

Miglior Attore non protagonista in una Comedy

  • Alan Arkin in The Kominsky Method
  • Anthony Carrigan in Barry
  • Tony Hale in Veep
  • Stephen Root in Barry
  • Henry Winkler in Barry
  • Tony Shalhoub in The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior Attrice Guest Star in una Comedy

  • Jane Lynch in The Marvelous Mrs. Maisel
  • Sandra Oh in Saturday Night Live
  • Maya Rudolph in The Good Place
  • Fiona Shaw in Fleabag
  • Kristin Scott Thomas in Fleabag
  • Emma Thompson in Saturday Night Live

Miglior Attore Guest Star in una comedy

  • Matt Damon in Saturday Night Live
  • Robert De Niro in Saturday Night Live
  • Peter MacNicol in Veep
  • John Mulaney in Saturday Night Live
  • Adam Sandlet in Saturday Night Live
  • Rufus Sewell in The Marvelous Mrs Maisel

Miglior Regia

  • Bill Hader per Barry episodio “ronny/lily”
  • Alec Berg per Barry episodio “The Audition”
  • Harry Breadbeer per Fleabag episodio 1
  • Mark Cendrowski per The Big Bang Theory episodio ” The Stockholm Syndrome” (finale)
  • Amy Sherman Palladino per The Marvelous Mrs. Maisel episodio All Alone
  • Daniel Palladino per The Marvelous Mrs. Maisel episodio “We’re Going to the Catskills”

Miglior Sceneggiatura

  • Alec Berg e Bil Hader per Barry ep. “ronny/lily”
  • Phoebe Waller-Bridge per  Fleabag ep. 1
  • Maya Erskine, Anna Konkle, Stacy Osei-Kuffour per Pen15 ep. “Anna Ishii-Peters”
  • Leslye Headland, Natasha Lyonne, Amy Poehler per Russian Doll ep. Nothing in this World is Easy
  • Allison Silverman per Russian Doll ep. A Warm Body
  • Josh Siegal e Dylan Morgan per The Good Place ep. Janet(s)
  • David Mandel per Veep ep. Veep

Miglior Film – Tv

  • Bandersnatch: Black Mirror – Netflix
  • Brexit – HBO (inedita)
  • Deadwood: The Movie – HBO (Sky Atlantic)
  • King Lear – Amazon
  • My Dinner With Hervè – HBO (Sky Cinema)

Miglior Miniserie

  • Chernobyl – HBO (Sky Atlantic in Italia)
  • Escape at Dannemora – Showtime (Sky Atlantic in Italia)
  • Fosse/Verdon – FX (Fox Life)
  • Sharp Objects – HBO (Sky Atlantic in Italia)
  • When they See Us – Netflix

Miglior Attrice Protagonista in una miniserie o film-tv

  • Amy Adams in Sharp Objects
  • Michelle Williams in Fosse/Verdon
  • Niecy Nash in When They See Us
  • Aunjanue Ellis in When They See Us
  • Patricia Arquette in Escape at Dannemora
  • Joey King in The Act

Miglior Attore Protagonista in una miniserie o film-tv

  • Benicio del Toro in Escape at Dannemora
  • Mahershala Ali in True Detective
  • Jared Harris in Chernobyl
  • Jharrel Jerome in When They See Us
  • Sam Rockwell in Fosse/Verdon
  • Hugh Grant in A Very English Scandal

Miglior Attrice non protagonista in una miniserie o film tv

  • Patricia Arquette in The Act
  • Vera Farmiga in When they See Us
  • Margaret Qualley in Fosse/Verdon
  • Emily Watson in Chernobyl
  • Patricia Clarkson in Sharp Objects
  • Marsha Stephanie Blake in When They See Us

Miglior Attore non protagonista in una miniserie o film tv

  • Asante Blackk in When they See Us
  • Paul Dano in Escape at Dannemora
  • John Leguizamo in When they See Us
  • Stellan Skarsgard in Chernobyl
  • Michael K. Williams in When They See Us
  • Ben Whishaw in A Very English Scandal

Miglior Regia

  • Stephen Frears per A Very English Scandal
  • Johan Renck per Chernobyl
  • Ben Stiller per Escape at Dannemora
  • Jessica Yu per Fosse/Verdon ep. Glory
  • Thomas Kail per Fosse/Verdon ep. Who’s Got the Pain
  • Ava DuVernay per When they see us

Miglior Sceneggiatura

  • Russel T. Davies per A Very English Scandal
  • Craig Mazin per Cherobyl
  • Brett Johnson, Michael Tolkin, Jerry Stahl per Escape at Dannemora ep. 6
  • Brett Johnson, Michael Tolkin per Escape at Dannemora ep. 7
  • Steven Levenson e Joel Fields per Fosse/Verdon ep. Providence
  • Ava DuVernay e Michael Starrbury per When they See Us ep. 4
Claire Foy agli Emmy Awards 2018 (Photo by Robyn BECK / AFP / Getty Images)

Previsioni vincitori agli Emmy Awards 2019

The Marvelous Mrs. Maisel asso piglia tutto agli Emmy Awards 2019? Staremo a vedere. Certo è che La Fantastica signora Maisel con Rachel Brosnahan forte di 20 candidature è tra le favorite nella sezione Comedy. Scontato più di un premio a Game of Thrones: 34 le candidature alla ottava e ultima stagione. A oggi, l’episodio finale del 19 maggio 2019 è il più visto della serie televisiva e della storia di HBO.

A fare da faro ai pronostici i Creative Arts Emmy Awards 2019, assegnati il 14 e 15 settembre al Microsoft Theater di Los Angeles, la cerimonia che premia le categorie cosiddette “minori” (come la produzione dietro le quinte, le guest star e i doppiatori), ma che in definitiva contribuiscono in maniera fondamentale al successo di serie e programmi TV. Game of Thrones ha portato a casa 10 vittorie su 18 nomination; in seconda posizione si sono piazzati a pari merito Chernobyl e il documentario Free Solo di National Geographic con 7 riconoscimenti ciascuna. Terzo gradino del podio per The Marvelous Mrs. Maisel di Amazon Prime, con 6 statuette.

Rachel Brosnahan agli Emmi Awards 2018 (Photo by Neilson Barnard/FilmMagic)