Festa della musica 2018: Roma Milano e Torino

Si svolge il 21 giugno, in 700 città italiane e in importanti capitali europee: un invito a tutti i musicisti a suonare per le strade il giorno del solstizio d'estate.

Pubblicato il 20 giugno 2018
Moda

Sono quasi 40.000 i musicisti che il 21 giugno animano le piazze e le strade, i palazzi e i musei, i cieli e le stazioni, i centri e le periferie, gli ospedali e le carceri di 700 città in tutta Italia in occasione della Festa della Musica 2018.

Iniziata in Francia nel 1982, la Fête de la Musique promossa dal Ministero della Cultura condotto da Jack Lang, invitava tutti i musicisti, professionisti e non, a suonare il giorno del solstizio d’estate per le strade delle città. In seguito, la manifestazione si è sviluppata fuori dalle frontiere francesi. In Europa dal 1995 hanno aderito, confederandosi in una associazione europea, le città di Atene, Barcellona, Berlino, Budapest, Bruxelles, Lisbona, Liverpool, Losanna, Madrid, Milano, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia (AN), Lanuvio (RM).

Dopo più di vent’anni, dal jazz al soul, dalla musica da camera all’heavy metal, dalla classica al rock, dalla drum and bass alla musica barocca in costume, migliaia di eventi scalderanno i palchi delle nostre città per una festa che rappresenta un vero e proprio Inno alla Gioia, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. 
E proprio in quest’ottica, insieme ai partner europei, l’invito per il 21 giugno alle ore 21, agli oltre 40mila musicisti, è quello di suonare in simultanea in tutta Italia l’Inno alla gioia di Beethoven, diventato l’inno ufficiale dell’UE nel 1985.

 Gli eventi a Roma

  • Cavea dell’Auditorium: all’interno del Roma Summer Fest, Italian Jazz C.R.E.A presenta “Jazz Factory”, con la partecipazione di Javier Girotto e la Saint Louis Big Band diretta da Antonio Solimene.
    Via Pietro de Coubertin, 30. Dalle ore 21. Ingresso libero.
  • Casa del Jazz: Ossigeno per l’Informazione organizza, per il secondo anno consecutivo, un “Concerto per la libertà di stampa e il diritto di essere informati”. Si esibiscono la Scoop Jazz Band e il sassofonista Nicola Alesini.
    Viale di Porta Ardeatina, 55. Dalle ore 20.30 alle 23. Ingresso gratuito.
  • Aeroporti di Roma: diretta da Ambrogio Sparagna, l’OPI Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium parco della Musica presenta “Le danze popolari e il repertorio dei canti d’amore della tradizione delle Regioni d’Italia“.
    Aeroporti di Roma. Dalle ore 17. Ingresso libero.
  • Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea: African Sky vede le sale espositive e la scalinata del museo trasformarsi in uno spazio per accogliere la musica e festeggiare l’arrivo dell’estate. Al termine de percorso musicale nelle sale della Galleria, i Solisti Aquilani si esibiscono in un concerto in Sala delle Colonne. La musica continua con una live performance a cura di DJ YaYa (Ilaria Gianni).
    Viale delle Belle Arti 131. Dalle 17. Ingresso libero.
  • WEGIL: protagoniste giovani band del territorio laziale che si alterneranno sul palco. Ogni band ha la possibilità di suonare 4 brani cover e/o inediti.
    Largo Ascianghi, 5. Dalle ore 20. Ingresso libero.

Cosa succede a Milano

  • Castello Sforzesco: due gli appuntamenti sul palco di Estate Sforzesca, la rassegna di musica, teatro e danza che si svolge nel Cortile delle Armi . Alle 18.30, il Concerto della Fanfara del Comando 1ª Regione Aerea. Alle 20,  No Singer Band, la band senza cantante che fa cantare il pubblico.
    Piazza Castello. Dalle 18.30. Ingresso libero.
  • Grattacielo Pirelli: due concerti. Alle 20.45, Rapsodia d’Estate, concerto di pianoforte e violino. Alle 22, Un piano per tutti, esibizione libera al pianoforte degli alunni dell’Istituto musicale Giulio Rusconi di Rho, della Scuola di Musica Nerolidio di Como e della Scuola di Musica Accademia Ambrosiana di Milano.
    Belvedere Enzo Jannacci. Dalle 20.45. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria sul sito del Consiglio Regionale della Lombardia.
  • Palazzina Liberty: la Compagnia del Bel Canto presenta un Concerto-spettacolo, alla Palazzina Liberty “Dario Fo e Franca Rame”, con le più celebri arie d’operetta.
    Largo Marinai d’Italia 1. Dalle ore 17. Ingresso libero.

Che fare a Torino

  • Palazzo Reale: alle 21 alla Galleria Sabauda, Dipingere la musica, dare voce alla pittura. Il legame tra pittura e musica è il filo conduttore del percorso guidato nella sezione dedicata ai maestri Piemontesi del Rinascimento. Alle 21.30 Concerti, spettacoli e balli alla corte dei Savoia,per scoprire la vita nascosta degli ambienti e rivivere il fasto di concerti e balli a corte, così come li descrive il cerimoniale tra Sette e Ottocento. Apertura straordinaria dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso ore 22).
    Piazzetta Reale, 1. Dalle 20. Ingresso libero.
  • Aeroporto di Torino: “La Stagione musicale dell’Aeroporto di Torino con il Teatro Regio“, Recital Voce e Pianoforte “Romanze e arie d’opera”
    Strada San Maurizio 12. Dalle ore 16. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria.
  • Carrefour Express: dall’unione di 5 personalità distinte ma unite da una sola grande passione, nasce a Torino il progetto musicale Mandelbrot. Le performance sono spesso accompagnate da altre collaborazioni artistiche, quali visual e mondo della danza, disegnando scenari musicali diversi, morbidi e accoglienti, in continua evoluzione.
    Via Cavour, 10. Dalle pre 18. Ingresso libero.

La Festa della musica 2018 in Italia

In accordo con il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del turismo, in Italia la Festa della Musica è coordinata dall’AIPFM, Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica.
Dal Museo Archeologico di Cagliari alla Reggia di Caserta, dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze al parco Archeologico di Paestum, all’Archivio di Stato di Venezia, fino al Museo di Capodimonte di Napoli: oltre 40 luoghi della cultura del MiBACT ospitano eccezionalmente altrettante iniziative musicali che spaziano dal coro al dj-set, dalla musica classica al rock, fino alla filo diffusione.
La musica è poi protagonista negli ospedali, nei conservatori, nelle biblioteche, in 25 case di reclusione/circondariali e con più di 100 corali distribuite su tutto il territorio.
Inoltre, grazie alla consueta partnership tra Carrefour e “Festa della Musica”, oltre 240 Carrefour diventano un vero e proprio palcoscenico e luogo di incontro.
Anche quest’anno la musica sbarca nelle periferie grazie ai 14 Punti Luce di Save the Children che ospiteranno concerti, eventi e performance, in particolare a Napoli (Sanità, Barra e Chiaiano) a Milano (Giambellino e Quartoggiaro) a Roma (Ponte di Nona) e a Palermo (Zen 2). E proprio Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018 – come da tradizione – sabato 16 giugno ha inaugurato la manifestazione con “Mille giovani per la Festa della Musica” un’anteprima di concerti ed eventi.
Per il programma completo: www.festadellamusica.beniculturali.it.

Seguici anche su Google News!