Fuorisalone 2019: gli eventi moda della Milano Design Week

Gli appuntamenti per le appassionate di stile, tra mostre, installazioni e presentazioni di nuove collezioni.

Casa

Al via il Fuorisalone 2019: il calendario parallelo al Salone del Mobile, che invade la città con gli appuntamenti trasversali della Milano Design Week fino al 14 aprile, è ricco di eventi moda, proposti da brand e stilisti negli store e in location piene di fascino nei quartieri più cool.

Del resto come ha detto Tony Chambers, Creative Director di Wallpaper*, “Le Fashion Week sono molto emozionanti, sono così affascinanti! Ma la Design Week ha un qualcosa in più perché riesce a combinare tutte le forme di creatività”.

E se al Salone del Mobile le maison sono presenti con le loro nuove collezioni per arredare casa, durante il Fuorisalone 2019 design e fashion si fondono insieme in forme d’espressione nuove e diverse.

Louis Vuitton Objets Nomades (@Fuorisalone.it)

Avete tempo fino al 14 aprile: ecco i 10 eventi moda della Milano Design Week da non perdere.

  1. Gucci Décor temporary store. Gucci apre, in occasione del Fuorisalone 2019, un temporary store di due piani dedicato alla nuova linea di mobili, arredi e oggetti decorativi della Casa di moda. Porcellane, mobili e accessori con motivi floreali e simboli cari all’alchimista Alessandro Michele, ma anche pezzi di antiquariato, séparé decorati, ceramiche dipinte a mano, cuscini ricamati coloratissimi. Fino a giugno (Gucci Décor temporary store – Via Santo Spirito, 19)
  2. MISSONI HOME SWEET HOME. Angela Missoni prosegue la sua ricerca di empatie artistiche e interazioni creative incentrate sulla materia e sul colore. Quale occasione migliore del Fuorisalone per affidare la concezione di un environment nello spazio MISSONI di via Solferino alla visionarietà di Alessandra Roveda, che con i fili di lana colorati riveste oggetti e arredi della memoria. Il risultato? Un magico fiabesco interior ricoperto in ogni sua parte di maglia variopinta. Dalle 11.00 alle 21.30, 9 aprile dalle 11.00 alle 19.00 (Showroom Missoni – Via Solferino, 9)
  3. Louis Vuitton – Objets Nomades. La Maison presenta la sua ultima collezione di Objets Nomades, ricca di nuove collaborazioni con designer tra cui Zanellato / Bortotto e Atelier Biagetti: 34 gli oggetti Art Deco, creati da 14 designer internazionali pluripremiati come Marcel Wanders, Raw Edges, i fratelli Campana o Atelier Oï. Inoltre l’architetto giapponese Shigeru Ban, uno dei più stretti collaboratori di Louis Vuitton, propone la sua creazione Paper Temporary, un riflesso del suo lavoro fatto di carta e cartone riciclati (Palazzo Serbelloni – Corso Venezia, 16)
  4. Arthur Mamou-Mani x COS. COS presenta Conifera, un’installazione architettonica realizzata con stampa 3D su larga scala in materiali rinnovabili, nata da un’idea dell’architetto francese Arthur Mamou-Mani. “Il risultato riflette i nostri valori e la nostra attitudine a superare i limiti del design, mantenendo però un attento equilibrio tra artificialità e natura”, afferma Karin Gustafsson, Creative Director di COS (Palazzo Isimbardi – Corso Monforte, 35)
  5. Marni Moon Walk. Un viaggio in cui fascinazioni primitive si fondono con l’immaginazione del futuro: i visitatori potranno vedere da vicino una serie di prodotti inediti, realizzati con l’utilizzo di materiali mai esplorati prima e frutto della creatività di artigiani colombiani che collaborano da lungo tempo con Marni. A partire dall’11 aprile (Marni – Viale Umbria, 42)
  6. Hermès alla Pelota. Hermès svela le novità della collezione casa all’interno di un’architettura ideata da Charlotte Macaux Perelman e costruita all’interno del grande spazio della Pelota: una costruzione ispirata a forme ancestrali e interamente realizzata con pietre. Disegnata sotto la direzione artistica di Charlotte Macaux Perelman e Alexis Fabry, la linea propone lampade, oggetti d’arredamento, tessuti e carte da parati e rivela le numerose tecniche con cui la maison lavora differenti tipologie di materiali (Pelota Jaialai – Via Palermo, 10)
  7. Tod’s No_Code Shelter: Stories of Contemporary Life. Tod’s No_Code si interroga sui cambiamenti sociali e del costume con un’installazione a cura dello Studio Andrea Caputo. Featuring: Mai Ikuzawa, Formafantasma, Chris Bangle, Olimpia Zagnoli, Petter Neby, Maurizio Cheli, Marcello Gandini, Yong Bae Seok & more (Le Cavallerizze – Via Olona, 6)
  8. Design X Designers. Il Fuorisalone 2019 è anche l’occasione per gettare uno sguardo sulle nuove generazioni. Imperdibile, per questo, la grande mostra di progetti didattici provenienti da tutto il Sistema Design del Politecnico di Milano: scuola del design, dipartimento di design e poli.design. Un’importante vetrina che mette in luce i molteplici settori progettuali del sistema: dal prodotto industriale alla moda, dal design degli interni e dell’arredo alla comunicazione, senza escludere servizi, brand e strategia, trasportation e design engineering (Politecnico di Milano – campus Bovisa – edificio B2 – via Candiani, 72)
  9. Prototype Research di Stone Island. Con PROTOTYPE RESEARCH_ SERIES 04 MANUAL FLOCKING ON NYLON METAL GRID-OVD continua il progetto di edizioni limitate native, creato da Stone Island per dare luce a quella ricerca che, data la complessità della sperimentazione, non beneficia ancora di veri processi di industrializzazione. Nascono così progetti unici di pochi capi numerati, realizzati con tecnologie innovative in tessuti e trattamenti inediti (Stone Island – Via Savona, 54)
  10. La formula di Aliita. Il brand di gioielli Aliita di Cynthia Vilchez Castiglioni presenta la nuova collezione ispirata al mondo della scienza, della biologia, dell’astronomia e della chimica. In showroom sarà allestito un laboratorio chimico con le installazioni di Gentucca Bini. Fino al 13 aprile (Aliita Shoowroom – Via Visconti di Modrone, 18)
La formula di Aliita (@Fuorisalone.it)