La ragazza dei tulipani: la recensione del film con Alicia Vikander

È in sala nei cinema italiani dal 6 settembre il lungometraggio diretto da Justin Chadwich con tre premi Oscar.

Intrighi e tradimenti nella Amsterdam del Seicento: La ragazza dei tulipani, diretto da Justin Chadwich (regista de L’altra donna del re) porta insieme sul grande schermo tre premi Oscar, Alicia Vikander, Judi Dench e Christoph Waltz; con loro Dana DeHaan, Zach Galifianakis e Cara Delevingne.

Girato nel 2014 nel Regno Unito, tra Kentwell Hall, i Pinewood Studios di Londra, Tilbury, nella Cattedrale di Norwich e nel Norfolk, il film è uscito negli Stati Uniti soltanto ad agosto del 2017.

(Foto: courtesy press office)

La trama del film

Ispirato al romanzo Tulip fever – La tentazione dei tulipani di Deborah Moggach (edito in Italia da Sperling & Kupfer), che firma la sceneggiatura insieme al premio Oscar Tom Stoppard (sceneggiatore di Shakespeare in Love), il film è ambientato nella Amsterdam del 1636, quando l’Olanda intera è in preda alla follia collettiva di possedere i bulbi di tulipani più rari. Racconta la storia d’amore tra Sophia – costretta a sposare il ricco e anziano mercante Cornelis Sandvoort e l’artista Jan van Loos, a cui il mercante ha commissionato un dipinto.

(Foto: courtesy press office)

La ragazza dei tulipani: la recensione

Impossibile non far correre la mente alla grande pittura seicentesca olandese vedendo il film diretto da Justin Chadwich: non solo la trama, ma anche luci e ombre, colori e inquadrature sono debitori dichiarati dell’arte fiamminga, Veermer in testa (se non fosse che l’autore del celeberrimo Ragazza con l’orecchino di perla all’epoca in cui si svolge la storia aveva solo 4 anni).

Rimandi e citazioni che giocano a intrecciarsi in una trama dove inganni e sotterfugi dovrebbero rappresentare l’asse portante del lungometraggio. In realtà, dei 102 minuti seduti in sala, al di là di qualche composizione scenica di indubbio valore estetico, poco resta. Nulla possono i tre bravi interpreti (Dench, Waltz e Vikander), affiancati da un gruppo di attori alcuni dignitosi altri di chiaro richiamo commerciale (come la modella-attrice Cara Delevingne e Cressidra Bonas, assurta all’onore delle cronache come ex del Principe Harry) di fronte a una storia che non decolla mai, non crea empatia, non emoziona.

Peccato, perché ambientare il lungometraggio durante quella che per molti è stata la prima bolla speculativa, quando l’Olanda è preda di una vera e propria ossessione per quei tulipani che solo in un secondo momento si saprà essere i più delicati perché geneticamente malati, al netto del risultato appare come una occasione persa di raccontare un pezzo di storia finora poco conosciuto.

Galleria di immagini: La ragazza dei tulipani, le foto del film

Uscita e trailer

La ragazza dei tulipani esce il 6 settembre al cinema in Italia distribuito da Altre Storie. È un’esclusiva Leone Film Group in collaborazione con Rai Cinema. Ecco il trailer ufficiale.
Visualizza questo contenuto su

Credits foto:

  • La ragazza dei tulipani | Ufficio Stampa