Lady Gaga accusata di pornografia in Corea

Lady Gaga attaccata dai cristiani conservatori in Corea del Sud: il suo abito scollato e i suoi testi sono stati definiti pornografici. Il movimento punta all'annullamento del concerto di Seoul.

Lady Gaga è giunta in Corea del Sud dove l’attende l’inizio del suo nuovo tour “Born this Way Ball”. Ma al suo arrivo è stata duramente contestata dai conservatori a causa del suo look, considerato pornografico dai detrattori che puntano all’annullamento del suo concerto di Seoul.

Lady Gaga si è presentata all’aeroporto di Seoul con un bellissimo abito color crema con finiture dorate, ma ritenuto un po’ troppo scollato.

Al volto aveva una mascherina di strass, perfettamente in linea con il suo look, che anzi stavolta, a chi è abituato a vederla in ben altre vesti, è apparso decisamente sobrio ed elegante. Artista a tuttotondo, Lady Gaga è celebre per le sue mise, e per noi occidentali intravedere il suo decolleté non appare una cosa tanto scandalosa.

La comunità di cristiani conservatori però è sul piede di guerra contro Lady Gaga: questi hanno chiesto e ottenuto di limitare l’accesso al suo concerto si Seoul ai maggiorenni, i minorenni non potranno entrare. Ma non è solo il look della Germanotta a turbare i religiosi, quanto anche i testi delle sue canzoni.

Paladina del movimento LGBT, Lady Gaga infatti canta delle canzoni che a volte affontano il tema dei diritti omosessuali, come la stessa “Born this way”, che dà il nome al tour, e che è una sorta di manifesto dell’uguaglianza e dell’accettazione della diversità, perché in fondo ogni persona è differente dall’altra, non solo nella propria sessualità.

Fonte: Messaggero.