Servono ricette light per depurarsi dopo le feste. Tutti hanno fatto i loro bagordi, non solo si sono consumati tanti alcolici, ma soprattutto tante pietanze molto caloriche. Gonne e pantaloni esplodono, e in fondo è meglio il rimorso che il rimpianto a tavola: in tutti questi giorni di festa si saranno viste tante cose buone a pranzo e cena, che non si è potuto per nulla dire di no, ecco perché correre ai ripari ora.

Alla base delle ricette light vi sono degli ingredienti che non possono mancare, per sgonfiarsi e sentirsi più leggeri. Non solo, tutti questi ingredienti aiutano il lavoro di molti organi del corpo, dal fegato all’intestino, dai reni ai polmoni. Ecco quali sono.

Il broccolo, così come il cavolo e la verza aiutano a eliminare le tossine, perché sono ricchi di vitamina C, antiossidanti e fibre: il bello è che continuando a consumarli si previene anche il tumore alla prostata e alle vie urinarie. Questi ortaggi possono essere consumati con la pasta, meglio integrale, perché meno calorica e aiuta a regolare l’intestino. Una zuppa di fagiolini, invece è l’ideale per idratarsi, dato che questi posseggono un’elevata quantità di acqua, per cui aiutano i reni a depurarsi.

Per chi ha problemi intestinali è consigliabile il carciofo: una ricetta veloce e leggera prevede una cucina al microonde con brodo vegetale e un po’ di formaggio emmenthal. I carciofi aiutano anche contro i disturbi metabolici e tiene bassi i livelli di colesterolo e glicemia. Una variante, con le stesse caratteristiche salutari, invece prevede gli asparagi. Un ingrediente immancabile quando si mangia pesce, che se lesso non appesantisce, è il prezzemolo, poiché contiene vitamina C e carotenoidi che agevolano la formazione della vitamina A.

Tra i frutti, l’ideale è la mela, magari da preparare cotta, sempre in funzione di aiuto all’intestino. Ma anche il limone, perché fissa il ferro all’interno della carne, ma è da usare a piccole dosi se si ha un blocco intestinale, perché risulterebbe fortemente astringente. Tra i condimenti è segnalabile l’aglio, che alleggerisce anche i peperoni arrostiti, ossia il piatto più pesante e indigeribile in natura. L’aglio favorisce anche il sistema cardiovascolare e protegge il sistema immunitario. Ugualmente importante il peperoncino, che attiva la produzione di succo gastrico e favorisce la digestione.

Infine, c’è il finocchio, da utilizzare crudo a fine pasto, oppure come antipasto condito con del formaggio spalmabile light. Il finocchio contiene solo 9 calorie ogni etto, ed è un buon escamotage per calmare i morsi della fame.

Fonte: Melarossa.