Dior ha svelato i suoi segreti: in occasione della quarta edizione de Les Journées Particulières LVMH, organizzato ogni anno, l’atelier di Avenue Montaigne 30, a Parigi, ha aperto le sue porte e mostrato al pubblico la sapienza delle sue petites mains.

L’iniziativa promossa dal colosso del lusso francese è nata nel 2011 da un’idea di Antoine Arnault per far conoscere il savoir faire delle sue maison.

Indirizzo leggendario quello dell’hôtel particulier dove Christian Dior inaugura il suo spazio il 16 dicembre 1946 e che ancora oggi è il cuore pulsante della maison e continua a ispirare i suoi creativi: François Demachy ha creato Gris Montaigne, fragranza omaggio alla boutique storica, e Raf Simons ha accolto gli invitati della sfilata Haute Couture 2013/2014 in uno spazio dal decoro ispirato a quello dei saloni dove la storia Dior ha avuto inizio.

La celebre scala di Avenue Montaigne, 30 (Courtesy Press Office @Sophie Carre)

È qui che gli artigiani Dior hanno condiviso il loro sapere con gli ospiti de Les Journées Particulières LVMH: piume, plissé, orologeria e alta gioielleria, profumi e – per la prima volta – cappelli sono stati i protagonisti di questa due giorni dedicata al dietro le quinte.

Spazio poi al documentarista e giornalista Loïc Prigent che a sorpresa ha condiviso su Instagram una diretta dedicata alla giornata.

Galleria di immagini: Les Journées Particulières LVMH di Dior, le foto

L’edizione di quest’anno ha riguardato 14 paesi dal 12 al 14 ottobre ed ha accolto oltre 180 mila persone in tutto il mondo. Con 56 griffe partecipanti all’evento, il gruppo ha offerto l’opportunità di scoprire non solo Dior, ma anche altre 76 location, di cui 40 che non avevano mai aperto al pubblico. Il programma di questa edizione ha previsto visite sensoriali e coinvolgenti che hanno messo in luce la competenza e la creatività di 3 mila artigiani e designer, oltre al patrimonio architettonico e culturale delle diverse aziende.

I dipendenti delle case di moda coinvolti nell’evento, compresi profumieri, orologiai, gioiellieri, calzolai, sarti, enologi e truccatori, hanno condiviso la loro passione e il loro gusto per l’eccellenza in occasione di masterclass, workshop e dimostrazioni pratiche.