London Fashion Week: quinto giorno

Giovani stilisti in passerella per la quinta giornata della London Fashion Week, che sta per passare il testimone a Milano.

Moda

Quinta giornata di sfilate per la settimana della moda londinese, che si appresta a passare il testimone alla città più fashion per eccellenza, Milano. Martedì 22 febbraio è stato il giorno dedicato ad alcuni giovani stilisti come Roksanda Ilincic e Marios Schwab, che hanno regalato una vena di freschezza con le loro collezioni sofisticate e all’insegna del colore.

Permangono ancora le tonalità scarlatte, che hanno caratterizzato anche le sfilate di Amanda Wakeley, BodyAmr ed Emilio de la Morena, mentre toni più freddi e chiari sono stati avvistati nei capi di Maria Katrantzou, che ha scelto di truccare le sue modelle con queste tinte glaciali.

La designer greca ha puntato sui tessuti pregiati, raso, cachemire e jacquard, usati su capi che ricordano le porcellane cinesi. E ancora stampe con disegni intricati tra fiori e uccelli, e soprattutto il suo marchio di fabbrica: le gonne a palloncino modello abat-jour.

Marios Schwab ha realizzato una collezione basata prevalentemente sulla pelle, usata su mini abiti colorati e cappotti. Leitmotiv il filo di perle applicato su scollature, punto vita o maniche. Molto originale anche la linea di Roksanda Ilincic, che può contare Michelle Obama come fan; i suoi capi si basano su un gioco di forme e colori elettrici, spesso accostati in modo da creare forti contrasti.

Amanda Wakeley ha invece presentato una collezione molto chic incentrata sul nero, arancio e oro, che spiccano su cappotti a doppio petto con applicazioni in pelliccia ma anche su abiti da cocktail sinuosi, e infine su gonne a vita alta che mettono in evidenza i fianchi e il movimento.

La linea autunno inverno di Ashish si è contraddistinta per i simboli britannici, come il tessuto tartan, presente su molti capi e spesso impreziosito da paillettes. Tra le creazioni, giacche con finitura grezza e lacerata palesemente riferite alla moda punk, seppure molto più delicate.