Lui non vuole fare sesso: che fare?

Anche agli uomini capita di avere periodi di scarso desiderio sessuale: come ci dovremmo comportare noi donne?

Amore

Come ben sappiamo noi donne, spesso siamo capaci di trovare le scuse più assurde per non fare sesso con il nostro partner. Quando però è lui ad avere spesso quel mal di testa, questo ci spaventa parecchio e ci fa credere che la fine della relazione sia vicina.

Il più delle volte non è così e per comprenderlo, bisogna cercare di entrare nella testa del nostro lui. L’immagine dell’uomo, come animale sempre assetato di sesso, è infatti assolutamente errata. I maschi si nascondono dietro questo luogo comune e anzi se ne vantano, per apparire come dei veri e propri machi, quando in realtà non lo sono per niente.

In alcuni periodi è infatti inevitabile per gli uomini ricorrere a diverse scuse per evitare l’intimità con la loro ragazza. Quali possono essere i motivi di questo atteggiamento?

La prima causa è lo stress; questa paura dell’uomo di mostrarsi fragile, lo spinge a tenere per sé le sue emozioni e i suoi problemi, senza avere degli sfoghi per un bel po’ di tempo.

Quando questo periodo diventa troppo lungo, lo stress accumulato si può trasformare in una vera e propria depressione, anch’essa causa dell’assenza di stimoli sessuali dell’uomo. Oltre a una questione psicologica, come del resto appare chiaro, dietro l’assenza di voglie sessuali in periodi di depressione, vi è anche una ragione scientifica. Gli antidepressivi, infatti, creano un calo degli istinti sessuali e anche determinate disfunzioni.

La seconda ragione è proprio la disfunzione erettile, che in alcuni casi è  un vero e proprio disturbo, in altri no. Questo inconveniente può toccare infatti a chiunque e se accade anche una sola volta, è la fine. Dal momento  in cui lui fa “cilecca“, si instaura una sorta di circolo vizioso, attraverso il quale nei seguenti rapporti sessuali avrà sempre il terrore di fallire nuovamente e questo stato psicologico di ansia può portare a un’ennesima sconfitta.

Il terzo motivo è il sonno; in una vita frenetica, spossati dal lavoro o da altre attività, gli uomini non fanno altro che cercare un po’ di riposo e al contrario, il sesso non potrebbe far altro che stancarli ulteriormente. Questo instaura un altro meccanismo: quello degli ormoni. I maschi, infatti,  facendo sesso incrementano la produzione di testosterone che mantiene alti gli stimoli sessuali. Quando accade il contrario, la produzione di testosterone non è molto elevata e quindi, ciò li porta a perdere gran parte del desiderio sessuale.

Una quarta causa potrebbe essere quella dell’insoddisfazione sessuale. Quando il sesso è troppo monotono, l’uomo si stanca, soprattutto se la compagna si fa vedere poco incline alla sperimentazione. Inoltre, quando il rapporto con il partner è poco sereno e i litigi sono frequenti, “fare la pace” attraverso la ricerca dell’intimità non funziona  sempre. Infatti, determinate persone, usano il sesso come arma per aggravare  la lite.

Qual è dunque la soluzione? Al posto di essere istintive e arrabbiarci, noi donne dovremmo prima di tutto ascoltare i nostri compagni per capire cosa non vada. Se il problema dovesse persistere a lungo, allora sarebbe il caso di rivolgersi a un esperto e magari fare un po’ di terapia di coppia. A volte, ai nostri occhi può sfuggire l’evidenza, per questo può essere estremamente utile l’opinione di una terza persona.