Margot Robbie nel film di Tarantino: la prima foto

L'attrice australiana ha postato su Instagram il primo scatto come Sharon Tate, la moglie di Roman Polanski, massacrata da Charles Manson il 19 agosto 1969.

Margot Robbie sempre più sulla cresta dell’onda: l’attrice australiana dopo aver conquistato il pubblico con la sua bellezza, in The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese e per la sua bravura in I, Tonya, dove interpreta la chiacchierata campionessa americana di pattinaggio sul ghiaccio, Tonya Harding, veste ora i panni di Sharon Tate nel prossimo film di Quentin Tarantino, l’attesissimo Once Upon A Time… in Hollywood (in italiano, C’era una volta a Hollywood, chiaro omaggio a C’era una volta in America di Sergio Leone).

L’attrice, testimonial Chanel da qualche anno, ha postato sul suo profilo Instagram la sua prima foto nel ruolo di Sharon Tate, l’attrice, moglie del regista Roman Polanski, che il 9 agosto 1969 fu massacrata, malgrado fosse incinta, dalla setta guidata da Charles Manson, morto in carcere nel novembre 2017. Nello scatto, Margot Robbie indossa un outfit in perfetto stile Sixties, con minigonna e stivali di vernice bianchi, look realizzato da Arianne Phillips, famosa per essere la costumista di  5 tour di Madonna, di 11 videoclip e di 2 film (Travolti dal destino, diretto da Guy Ritchie, e W.E. – Edward e Wallis, con la regia di Miss Ciccone stessa).

Il lungometraggio, il nono di Tarantino, vede accanto alla Robbie (che presto sarà sul grande schermo in Mary, Queen of Scots, al fianco di Saoirse Ronan), un cast di super star hollywoodiane, tra cui Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, Dakota Fanning, Al Pacino, Kurt Russell, Burt Reynolds, Damian Lewis, Luke Perry e Emile Hirsch, Tim Roth e Zoë Bell.

Le riprese del film sono iniziate a luglio e il budget stimato è di almeno 100 milioni di dollari. Sony Pictures ha annunciato il progetto a febbraio. Tarantino, regista, sceneggiatore e produttore del film, lo ha descritto a Hollywood Reporter come una storia che si svolge a Los Angeles nel 1969, al culmine degli anni hippy di Hollywood“.

Al CinemaCon di quest’anno, sempre il regista ha dichiarato che si tratta del film “più vicino a Pulp Fiction che ho fatto“.

Ho lavorato a questo script per cinque anni, oltre a vivere nella contea di Los Angeles per gran parte della mia vita: nel 1969 ero lì e avevo 7 anni“, ha aggiunto. “Sono molto entusiasta di raccontare questa storia di una L.A. e di una Hollywood che non esistono più e non potrei essere più contento del fantastico team di DiCaprio e Pitt nei panni di Rick e Cliff.”

Il film sarebbe dovuto uscire il 19 agosto 2019,  a 50 anni esatti dalla morte di Sharon Tate, ma dalla Sony hanno fatto trapelare che la data di uscita negli Stati Uniti potrebbe invece essere anticipata al 26 luglio. Presto altre indiscrezioni, c’è da esserne certi… Stay tuned.

Credits foto:

  • Once Upon a Time… in Hollywood | Ufficio Stampa