Meghan Markle e Harry nella bufera: 3 milioni per ristrutturare casa con i soldi dei contribuenti

Il restauro della casa di campagna dei Duchi di Sussex ha richiesto l'utilizzo dei soldi dei contribuenti.

News

Storia

Secondo la stampa inglese, la ristrutturazione di Frogmore Cottage, la residenza in campagna dove vivono Meghan Markle e il Principe Harry, sarebbe costata quasi 3 milioni di euro. Non solo, secondo documenti ufficiali, sarebbero stati usati i soldi dei contribuenti del Regno Unito per restaurare la casa della coppia. Titoli infuriati per questo ora invadono i media, additando i Duchi di Sussex per aver usufruito di soldi dei cittadini per allontanarsi da Kate Middleton e il Principe William. Ma il responsabile dei conti della Monarchia assicura che i lavori erano già previsti da diversi anni.

Secondo i documenti di bilancio della casa Reale, riportati dal Daily Mail, in parte questi 3 milioni di euro provengono dai soldi dei contribuenti, indignati per l’accaduto. La residenza di Frogmore Cottage, precedentemente suddivisa in cinque appartamenti autonomi, è tornata ad essere un’unica grandissima casa. Parte dei soldi proverrebbe dal Sovereign Grant, il pagamento elargito ogni anno dal governo inglese per finanziare i doveri ufficiali della Regina Elisabetta.

Il look di Meghan alla parata per la regina
Il Principe Harry e Meghan Markle (foto Getty Images)

Il fondo pubblico ha così finanziato i costi di sostituzione dei sistemi di riscaldamento, elettrico, del gas e dell’acqua. A questi si aggiungono la sostituzione delle travi del soffitto e dei travetti. Meghan Markle e il Principe Harry avrebbero invece pagato di tasca propria gli impianti e i nuovi arredi.

Il responsabile dei conti della Corona Inglese Michael Stevens assicura che i lavori presso il cottage, di proprietà della famiglia reale, erano in conto da diversi anni. Da sempre parte dei fondi è destinata alla manutenzione di tutte le tenute della Regina, per l’importanza storica di queste strutture. La residenza doveva tornare ad essere un unico appartamento, aveva impianti obsoleti e non a norma, e bisognava garantire un futuro all’edificio.

Proprio da Frogmore Cottage il Principe Harry aveva annunciato la nascita del piccolo Archie Harrison lo scorso 6 maggio.