Mettersi a dieta dimagrante causa depressione e stress

Mettersi a dieta dimagrante causa depressione e stress perché dire addio ai cibi grassi è come disintossicarsi dalla droga.

Pubblicato il 27 dicembre 2012

Mettersi a dieta dimagrante è uno dei buoni propositi per il nuovo anno da parte di tantissime donne, ma attenzione perché potrebbe portare a disturbi assolutamente indesiderati come ad esempio stress e sintomi depressivi.

Questo perché iniziare una dieta dimagrante è come disintossicarsi da una droga e pertanto può dare il via ai vari sintomi tipici dell’astinenza, e anche ad ansia e depressione. È quanto emerge da una ricerca condotta da Stephanie Fulton dell’Università di Montreal, effettuata su cavie da laboratorio e pubblicata sulla rivista International Journal of Obesity.

In pratica, quelle cavie che erano state abituate a una dieta ricca di grassi – ovvero che rappresentavano più la metà del totale apporto calorico giornaliero – sviluppano i sintomi tipici della crisi d’astinenza se messi a dieta, e i comportamenti legati alla stessa, quindi stati depressivi e ansiosi. Inoltre queste cavie avevano manifestato la tendenza ad evitare spazi aperti.

I ricercatori hanno compreso che nel loro cervello entrerebbero in azione delle molecole legate all’astinenza e ciò causerebbe anche un aumento degli ormoni dello stress che circolano nel loro organismo. Insomma dire addio a cibi grassi e ghiotti non è semplice e ciò rende più difficile lottare per ottenere un corpo in forma.

Per questo motivo, è sempre preferibile non eccedere mai con i cibi grassi nell’alimentazione quotidiana; comunque, chi avesse seguito una dieta troppo ricca di grassi è bene che abitui il proprio corpo a un graduale cambio di alimentazione. Quindi non bisogna eliminare del tutto questo genere di alimenti ma farsi consigliare da un nutrizionista esperto l’alimentazione più adatta alle proprie esigenze.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Depressione
  • Dieta Dimagrante