Una stagione all’insegna del divertimento: ride Michael Kors, ridono le sue modelle, sorride persino il front row: la collezione Primavera-Estate 2019 dello stilista statunitense, presentata in occasione delle sfilate di moda della New York Fashion Week è un inno alla gioia e al disimpegno, uno sguardo ottimistico verso un futuro che – c’è da sperarci – non può che essere migliore dell’oggi.

Al Pier 17, il molo appena ristrutturato della Grande Mela, su una passerella luminosissima, costellata di opere d’arte originali di Christina Zimpel, hanno sfilato 65 look coloratissimi, leggeri e freschi, in un tripudio di mix&match, di cotoni impalpabili e romantici pizzi sangallo, e un rimando poco celato agli anni Sessanta.

Difficile non lasciarsi contagiare dall’allegria della palette di colori: dal giallo limone al rosa, dall’azzurro al verde prato, qualche accenno di turchese, qua e là poche note di bianco e di nero.

Dominano i pattern più diversi, spesso mixati tra loro con immensa libertà, come le maxi righe abbinate alle stampe floreali, con fiorelloni stilizzati, l’animalier contaminato da quadretti vichy.

Tra i dettagli, tanti, presenti in collezione, dai bottoni a fiori alle illustrazioni di surf al tramonto, fino ai cappelli per ripararsi dal sole, impossibile non notare le frange, vero must di stagione, che regalano carattere a borse e a giacche, ma anche a gonne e abiti.

Chiusura affidata alle sorelle Hadid, accompagnate dal celebre duetto di Mina e Alberto Lupo, in Parole parole: Bella in completo giacca e short bianco e nero, con bandana nera in testa, e Gigi in sexy long dress nero cut out.

Ricco il front row, affollato delle tante celebrities amiche di Kors, da Nicole Kidman e Catherine Zeta Jones, accompagnata dalla figlia. E poi Iman, Rose Byrne, Hailee Steinfeld e la sempiterna Anne Wintour.

Galleria di immagini: Michael Kors collezione Primavera-Estate 2019, le foto

Michael Kors, in definitiva, si ascrive una collezione che non mancherà di raccogliere i favori delle millennial, giocosa e adatta alle giornate al mare; senza eccessive pretese e – proprio per questo – più che riuscita.