La mini dieta da fare dopo Natale

I consigli della redazione e un menu d’esempio per disintossicarsi e sgonfiarsi una volta passati la Vigilia e il pranzo natalizio.

Fitness

Storia

La mini dieta da fare dopo Natale può diventare una vera e propria necessità per sentirsi di nuovo bene e in forma, ma anche per “sopravvivere” alla seconda tornata di abbuffate in arrivo con il Capodanno.

Per quanto, infatti, ci si sforzi di mangiare meglio e di stare attenti, porzioni doppie di lasagne, torroni e panettoni e le tante bollicine per i brindisi della Vigilia e del pranzo con parenti e amici possono essere davvero inevitabili, soprattutto con mamme e nonne a insistere perché ci vedono troppo magri. Il risultato? Un senso di pesantezza e gonfiore, e probabilmente anche qualche etto o addirittura chilo di troppo.

L’ideale è una dieta detox per liberarsi delle tossine accumulate e disintossicarsi da alcol, cibi grassi, calorie e porzioni abbondanti. Come regolarsi? Grazie ai nostri consigli, of course: ecco la mini dieta da fare dopo Natale con un menu d’esempio!

  • Acqua. La prima cosa da fare per disintossicarsi è bere molta acqua, durante tutta la giornata, almeno un litro e mezzo o due litri di acqua naturale. Al mattino, a digiuno, preferite un bicchiere di acqua tiepida con mezzo limone spremuto dentro.
  • Colazione. Dopo acqua e limone, aspettate a fare colazione finché non avete fame. Per il primo pasto della giornata puntate su un caffè o un tè senza zucchero e fate il pieno di fibre per mettere in moto il sistema digestivo. Scegliete una tazza di yogurt greco con fiocchi d’avena. L’aggiunta di pera a cubetti apporterà antiossidanti e idratazione, mentre una spolverata di pistacchi proteine e vitamina B6, per dare energia e alleviare i sintomi dell’hangover.
  • Spuntino di metà mattina. Se il pranzo vi appare lontano scegliete un frullato detox, con tanta frutta e verdura fresca, come quello di cetriolo, mela verde e zenzero, o di arancia, pera, mela e limone.
  • Pranzo. Gli eccessi a tavola impoveriscono i livelli di sali minerali e di potassio, quindi reintegrateli con un piatto come il chili vegetariano, con fagioli neri e peperoncino.
  • Spuntino di metà pomeriggio. Pieno di antiossidanti e Omega-3 con un pugno di noci, che non mancano mai in casa sotto le feste. Alternativa golosa: mettete per qualche minuto in forno una pera a strisce spolverata con cannella.
  • Cena. Una ricetta sfiziosa e a basso contenuto di grassi per questi giorni? Pollo al limone con riso basmati in bianco, a cui aggiungere un contorno di carciofi, ricchi di fibre e silimarina, un antiossidante che può aiutare il funzionamento del fegato.
  • Avanzi. Spesso il giorno dopo le feste si continuano a mangiare piatti grassi e (troppo) saporiti per non gettare gli avanzi, in base a una giustissima filosofia anti-spreco. Avete mai pensato di congelarli? Potrete mangiarli in futuro, abbinandoli a ricette magre per bilanciare il pasto.
  • In compagnia. Convincete tutta la famiglia a dedicarsi a qualche giorno di detox, sarà più facile evitare le tentazioni e mettere in pratica ricette sane, leggere, equlibrate.
  • Movimento. Dopo aver passato le giornate intorno al tavolo a mangiare e a giocare a carte e tombola, meglio aggiungere alla dieta del sano movimento: corsa, passeggiata veloce, nuoto, scegliete il vostro sport preferito e dedicatevici almeno un giorno sì e uno no.