Mobili da giardino: guida alla scelta

Qualche consiglio per scegliere in maniera accurata i mobili da giardino: non solo tavoli, ma anche divani, poltrone e chaise-longue perfetti per l'estate.

Pubblicato il 9 agosto 2015
Casa

Per quasi sei mesi l’anno (e anche di più in alcune zone fortunate del nostro Paese) i mobili da giardino diventano i grandi protagonisti della casa. Con la bella stagione, infatti, il richiamo verso l’esterno è quasi irresistibile. Ecco allora che diventa indispensabile non solo un tavolo per mangiare fuori, ma anche un divano, poltrona, chaise-longue e ognuno di quei complementi d’arredo che rendono più confortevole le nostre serate, da soli o in compagnia. Vediamo, quindi, quali devono essere le caratteristiche fondamentali dell’arredo per outdoor.

  • La scoperta di nuovi materiali ha significato una rivoluzione in fatto di mobili da giardino. Oggi c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Se fino a qualche anno fa si avevano a disposizione solo legno, plastica e ferro, oggi ci sono il polietilene, l’alluminio, l’acciaio, la resina, il corian e tanti altri prodotti, capaci di riprodurre forme e sensazioni dei materiali naturali. I mobili non si deformano, i colori non sbiadiscono e i tessuti tecnici non si consumano.
  • I mobili da giardino, infatti, devono essere resistenti alle intemperie: devono poter rimanere all’esterno tutto l’anno e resistere alle variazioni climatiche.
  • Non solo belli e resistenti: i mobili da giardino devono essere soprattutto comodi, perché lo spazio esterno deve diventare una vera e propria stanza en plein air per creare una zona living nel verde, capace di produrre la stessa sensazione di confort e di benessere della casa.
  • Funzionali: la manutenzione e la cura deve richiedere un tempo e uno sforzo minimi.
  • Per queste caratteristiche, sarebbe bene stare alla larga dai prodotti troppo economici.
  • Per quanto riguarda i cuscini sarebbe il caso di accertarsi che siano davvero realizzati in materiale idrorepellente o impermeabile. La grammatura ideale dovrebbe attestarsi intorno ai 210 grammi per metro quadro; l’altezza minima per garantire una certa comodità è di 8cm, al di sotto di quella soglia è come sedersi direttamente su una superficie dura. Importante, infine, che i cuscini abbiano delle bordature di rinforzo.
  • Nel caso di articoli in alluminio, fare attenzione che non sia presente dell’acciaio, che per quanto resistente e ben trattato, tende prima o poi ad arrugginire.
  • È bene assicurarsi che le fibre sintetiche abbiano uno spessore superiore a 1, 2 millimetri perché, in caso contrario, è più alto il rischio di rottura del materiale.
  • I mobili in rattan devono essere ben trattati per resistere ai raggi UV, in modo da poter essere tenuti all’esterno sotto l’azione delle intemperie.
Come innaffiare le piante in vacanza
Seguici anche su Google News!