No-Shave November, l'invasione degli uomini barbuti e villosi

"No-Shave November”: un novembre all'insegna dell'uomo barbuto e villoso, per sensibilizzare sui problemi maschili. Molti gli attori nell'iniziativa, da Henry Cavill a Gerard Butler.

Aggiornato il 1 aprile 2019

No-Shave November”, ovvero l’arte anti-depilazione nel mese di novembre. Negli ultimi 30 giorni uno strano presagio ha colpito la popolazione maschile, improvvisamente devota all’ipertricosi: lamette per radersi, cerette e regolabarba sono stati banditi e gli uomini barbuti e villosi si sono moltiplicati per le strade di tutto il mondo.

Si chiama “No-Shave November” ed è una campagna di solidarietà internazionale verso alcuni problemi maschili, come il cancro alla prostata. È questo l’incipit pretenzioso che ha scatenato una dilagante villo-mania, con tanto di contest all’ultimo pelo e numerose testimonianze sui social network, in cui gli {#uomini} partecipanti all’iniziativa di “sensibilizzazione” hanno mostrato con fierezza barba e petto villoso.

Uno spirito di fratellanza apparente che ha colpito numerosi attori Hollywoodiani, i quali hanno furbamente cavalcato l’onda sexy dell’evento per richiamare l’attenzione su un look evergreen, vissuto e trasandato, ancora oggi reclamato da milioni di donne. Genere femminile che proprio in tempi recenti ha dichiarato come, tra le peculiarità dell’uomo ideale, non possa mancare una barba incolta su pelle candida, così come un lieve e morbido strato di peluria su tutto il corpo.

Ecco quindi celebrity come Henry Cavill, attualmente al lavoro sul set di “Man of Steel”, sfoggiare un aspetto villoso da “No-Shave November” che non fa assolutamente rimpiangere i fasti delle star anni ’70. Fa sorridere invece la partecipazione di Justin Bieber, dopo 30 giorni sempre glabro, anche lui più interessato all’immagine mediatica che a un sincero impegno per il sociale. Insieme a loro, innumerevoli altri attori, da Jake Gyllenhaal a Zach Galifianakis, passando da David Beckham, Gerard Butler e molti altri. E su Facebook è mania di click: l’esperimento continuerà anche per l’imminente dicembre?

Fonte: Your Tango, Noshember

Articolo originale pubblicato il 28 novembre 2011

Seguici anche su Google News!