Ombretto marrone: come sfumarlo e usarlo

Tutti i segreti della nuance più classica per il trucco occhi? Ce li spiega Andrea Aureli, il make-up artist di fiducia di DireDonna.

Bellezza

Storia

Si fa presto a dire ombretto marrone: in realtà, come insegna Andrea Aureli, il nostro make-up artist di fiducia, infinite sono le tonalità di questo colore all’apparenza così banale.

Si tratta di un colore secondario, che nasce dalla crasi di blu, rosso e giallo a cui si possono miscelare una quantità variabile di bianco e di nero. A seconda di quanto è presente ognuno dei colori primari, cambia la tonalità di marrone: avremo nuance calde, come il terra di Siena, con all’interno molto rosso, o fredde, come il tortora, che contiene più blu e nero“, ha spiegato il truccatore.

Abbiamo chiesto ad Andrea di insegnarci a sfumarlo e a usarlo nel modo migliore, per realizzare dei make-up adatti sia a look da giorno sia a look da sera. Dopo averci svelato tutti i segreti sull’ombretto rosa, ecco tutti i suoi tip sull’ombretto marrone, su quali finish e texture utilizzare a seconda dell’età, dell’incarnato, dell’occasione; e come applicarlo in maniera perfetta.

Ombretto marrone: come sfumarlo

  • Cosa occorre per una corretta sfumatura dell’ombretto marrone?Sono indispensabili gli strumenti adatti. Un pennello da sfumatura, prima di tutto, che garantisca un risultato maquillage con la massima semplicità. Il pennello piatto affusolato è perfetto per fissare e sfumare gli ombretti. La forma arrotondata aiuta a modulare con precisione l’applicazione e la sfumatura degli ombretti, permettendo di prelevare e fissare al meglio i pigmenti”.
  • Il tip da make-up artist?Una volta applicato l’ombretto, si può utilizzare un prodotto come il blush all’esterno, per armonizzare il risultato finale”.

Come usare l’ombretto marrone

  • La nuance di ombretto marrone da utilizzare cambia a seconda dell’incarnato e del colore degli occhi?Come norma generale, vive la regola che iridi di toni fredde, come il verde, il blu e il grigio, vengono enfatizzate da tonalità calde, come ad esempio il terra di siena. Allo stesso modo, iridi calde, come il nocciola e il castano, si esaltano con marroni più freddi come il tortora. Tuttavia, nel caso del marrone, che è una tinta molto versatile, non si tratta di un’indicazione dirimente come poteva essere per altri colori, come il rosa o l’arancione“.
  • Quale finish preferire?Non esistono limitazioni per le giovanissime, se non consigli legati all’occasione per cui si effettua il make-up. È scontato un richiamo alla moderazione, per un look da giorno, mentre per una serata via libera a glitter ed eccessi fashion“.
  • E per le over 40?Quando la palpebra non è più turgida e cominciano delle piccole rughe, è preferibile evitare ombretti iridescenti sulle pieghe, per evitare di enfatizzarle. Meglio, invece, usare un marrone opaco sulla piega, perché le opacità tendono a nascondere e appiattire a livello ottico. Le polveri vanno applicate iridescenti – o anche glitterate per un look da sera –  sulla palpebra mobile, per alzare l’occhio”.
  • Make-up monochrome o smokey eyes?Entrambi. L’ombretto marrone è davvero il più eclettico. Si può immaginare uno smokey classico, dove il marrone serve in piega, per sfumare, oppure come colore principale, dove è il blush a fare da sfumatura“.
  • Si può usare con colori più accesi?Non ci sono vincoli di sorta. Il marrone si abbina alla perfezione con il blu, con il giallo, con l’arancione e con il rosa“.
  • Esiste l’abbinamento perfetto?Lo immagino con l’abbigliamento, più che con il resto del make-up. Ad esempio, con una bella jumpsuit color salmone, si può optare per un leggero smokey sul tono del marrone. Labbra e guance, invece, possono essere della stessa nuance salmone, per un effetto armonico e di sicuro impatto“.