Pensionato malmenato dai bodyguard di Silvio Berlusconi

Un pensionato contesta verbalmente Silvio Berlusconi al Palasharp. La security lo atterra, lo strattona e lo prende a calci, accompagnandolo poi alla porta.

È stato un brutto sabato quello passato da Vincenzo Michelini, pensionato settantenne e oppositore del Premier Silvio Berlusconi. Durante il convegno per Letizia Moratti al Palasharp di Milano, in cui il Presidente del Consiglio è intervenuto per sponsorizzare la ricandidatura dell’attuale sindaco, il pensionato ha contestato l’operato del Governo. Ed è così cominciata la bagarre.

Il tema è quello delle pensioni che, evidentemente, non è stato gradito da Michelini. All’urlo di “Ladri“, l’anziano ha quindi interrotto il discorso di Berlusconi. Quest’ultimo ha prima scherzato sull’accaduto promettendo un regolamento di conti verbale al termine dell’intervento. Poi, infastidito dalla contestazione, il Presidente ha fatto intervenire gli uomini della sicurezza, tacciando il pensionato di essere un illiberale.

Le telecamere del TG di La7 di Enrico Mentana sono riuscite a catturare quello che stava avvenendo nel dietro le quinte del convegno. Michelini non è stato semplicemente accompagnato alla porta, ma addirittura atterrato, strattonato e preso a calci dal corpo di sicurezza del Premier. A quanto trapelato dai giornalisti presenti, inoltre, un cronista sarebbe stato repentinamente allontanato perché intento ad osservare la scena.

Si tratta del secondo scandalo violenza proveniente dalle fila del PDL negli ultimi due giorni, dopo l’aggressione subita da Paola Bernetti del Movimento Cinque Stelle. Intenta a distribuire volantini nella zona milanese di Papiniano, la donna è stata assalita da un sostenitore bergamasco del PDL, che avrebbe cercato di strangolarla.

Visualizza questo contenuto su