Pokemon Go: 5 trucchi, da Pikachu come starter al risparmio batteria

Pokemon Go è il gioco del momento: ecco una serie di trucchi che permetteranno di risparmiare batteria, impostare Pikachu come starter e molto altro.

Pubblicato il 14 luglio 2016

Disponibile solo da poco, Pokemon Go ha avuto un boom di download tanto da diventare subito il gioco per smartphone più popolare dell’anno. Alla ricerca di cheats, pokemon rari e nuovi livelli, i giocatori stanno creando diverse strategie.

Ecco 5  trucchi e consigli per Pokemon Go per raggiungere i propri obiettivi di gioco e per divertirsi anche un po’ di più.

Pikachu come Pokemon Starter

Uno dei trucchi più simpatici e utilizzati su Pokemon Go è quello che permette di iniziare il gioco con Pikachu. Lanciando l’applicazione, appariranno i 3 famosi starter Bulbasaur, Squirtle e Charmander: ignorare questo passaggio non scegliendo nessun Pokemon e camminare in avanti finché non saranno scomparsi.

A un certo punto i 3 starter compariranno nuovamente: dopo averli ignorati per 5 volte, comparirà Pikachu da una Poke Ball. Registrarlo al Pokedex e scegliere l’opzione “Utilizza come starter”.

Aumentare di livello con i passi

Il numero dei passi effettuati nel gioco incide sia sul punteggio dei livelli, sia sulla schiusa delle uova ma è importante considerare che i passi vengono conteggiati solo quando il nostro personaggio cammina, e non corre. In questo caso, per Pokemon Go il trucco è quello di non correre molto velocemente e di non andare in auto, e comunque di non superare i 20 km/h. In questo modo il sistema conteggerà a nostro favore al fine di aumentare il livello.

Modificare la posizione GPS

Uno dei trucchi più utilizzati per Pokemon Go – ma al contempo tra i più rischiosi – è quello di modificare la posizione GPS per andare in posti lontani senza doversi muovere, segnando dunque la posizione desiderata direttamente sulla mappa. Si chiama fake gps e per installarlo è necessario avere effettuato il root del dispositivo Android (non è possibile su iPhone).

Qualora si decidesse di utilizzare questo cheat, meglio non segnare punti sulla mappa troppo distanti dal luogo in cui ci troviamo, altrimenti il sistema riconoscerà questo trucco e bannerà il giocatore da 1 a 24 ore.

Lanciare le Pokeball nel giusto modo

Lanciare la Pokeball non è proprio semplicissimo, soprattutto durante i primi giorni d’uso del gioco. Il trucco in questo caso sta nel lanciarla quando il cerchio diventa più piccolo, ovvero nel momento in cui il Pokémon diventa più vulnerabile: è utile fare caso al colore dei cerchi, che indicano la potenza del Pokemon, ovvero verde se debole, giallo se medio, rosso se invece è forte. Inoltre meglio lanciare la Pokeball direttamente dall’alto, e non dal basso verso l’alto.

Pokemon Go: come risparmiare batteria

Pokemon Go è un bellissimo gioco ma consuma moltissima batteria del telefono. In questo caso ci sono alcuni trucchi e consigli da poter seguire per poter risparmiare batteria, diminuire i consumi dell’applicazione e far sì che lo smartphone non si spenga nel giro di poche ore:

  • andare nelle impostazioni, attivare la modalità “Risparmio energetico” e girare il telefono mettendolo “a testa in giù”. Lo schermo diventerà scuro, ma niente paura, il gioco continuerà a funzionare;
  • abbassare la luminosità dello schermo è un altro piccolo trucchetto per risparmiare batteria e giocare più a lungo con Pokemon Go;
  • scaricare le mappe di Google Maps offline, quando si è a casa e si sta utilizzando la connessione WiFi.
Seguici anche su Google News!