Prada collezione Primavera-Estate 2020

Semplice e sofistica, la sfilata di Miuccia all'insegna del "Less is more".

Moda

La Milano Moda Donna entra nel vivo con la sfilata di Prada Primavera-Estate 2020 e l’eleganza senza tempo di Miuccia Prada, in un’ottica sempre più rivolta alla moda sostenibile.

Per la sfilata di moda, AMO, la divisione dello studio di Rem Koolhaas che si occupa di ricerca e progettazione, ha ideato un vivace motivo geometrico di piastrelle di ceramica che ha trasformato la sala del Deposito della Fondazione Prada in una solare terrazza estiva, con sedute a incastro illuminate da un bagliore dorato.

Semplice sì, ma non minimal“, ci ha tenuto a specificare la stilista prima del défilé, che ha poi aggiunto: “Ho la sensazione che ci sia troppo di tutto. Invito a produrre meno e a consumare meno“.

E se c’è troppo di tutto, quello che riesce alla Signora della moda è riaccendere il desiderio: rispolvera mood onirici, ripescando dal passato linee rassicuranti e materiali d’eccellenza, e dà vita a magnifichi secchiello effetto coccodrillo, splendenti sandali dorati, deliziose cuffie da portare sulla ventitre.

Prada SS2020 (Photo by Andreas Rentz/Getty Images)

Ad aprire la collezione Prada Primavera-Estate 2020, una gonna bianca lunga e stretta indossata su una sofisticata maglia grigia a coste. A seguire, look puliti che non lasciano spazio a decori che siano artificiosi, come il fregio a forma di felce stilizzata che fa da fil rouge a tutta la collezione.

Pattern geometrici, che ricordano le stampe delle cravatte, decorano spolverini, pantaloni a zampa e tailleur.

Prada SS2020 (Photo by Andreas Rentz/Getty Images)

La giacca la fa da padrona in molti degli outfit, ora avvitata, a un bottone o doppiopetto, lunga con revers accentuato, ora squadrata e rigida, declinata anche in pelle o in versione dorata.

Prada SS2020 (Photo by Andreas Rentz/Getty Images)

Belle le gonne alla caviglia, a portafoglio, tenute da maxi bottoni a contrasto o da sottili nastri neri.

Accanto ai secchielli in coccodrillo, tante le borse che hanno sfilato come gli originali cestini di rete, in corda o pelle e le tracolle portate a mano, già finite nelle wish list della prossima stagione.

Neutra la palette di colori, con bianco, grigio, nero e marrone a fare da tinte dominanti, dove verde, rosa confetto e arancio stanno a punteggiare in modo aggraziato e mai banale la collezione.

Prada SS2020 (Photo by Andreas Rentz/Getty Images)

Miuccia Prada non sbaglia un colpo: il suo less is more, figlio dei nuovi tempi, capitalizza una collezione fatta per essere desiderata, creata per essere indossata, di giorno come sul red carpet. Ennesimo piccolo capolavoro dell’eccellenza made in Italy.

Credits foto: