Probiotici per dimagrire: quali funzionano veramente

Come portarli in tavola, in abbinamento con i prebiotici, per migliorare la digestione e perdere peso facilmente.

Fitness

I probiotici per dimagrire, utili perché facilitano un corretto transito intestinale, funzionano veramente come validi alleati per perdere peso, e lo fanno ancora meglio grazie ai giusti abbinamenti con i prebiotici.

Gli accostamenti tra cibi funzionali, infatti, sono alla base una dieta dimagrante efficace, ma anche di un’alimentazione sana ed equilibrata, capace di mantenere in forma e di fornire al tempo stesso tutti i nutrienti necessari.

Una dose giornaliera di probiotici, del resto, favorisce l’equilibrio della flora intestinale, migliora la digestione e regala una sensazione di benessere, come indicato anche nelle Linee guida sui probiotici e prebiotici del Ministero della Salute del 2013, riviste nel 2018.

Ma come portarli in tavola durante la dieta? Ecco tutto quello che c’è da sapere su prebiotici e probiotici per dimagrire.

Cosa sono i probiotici

I probiotici sono microrganismi, generalmente batteri, contenuti in determinati alimenti o integratori, che arrivano vivi all’intestino e, se in numero sufficiente, sono in grado di rafforzarne l’ecosistema.

Alcuni esempi di probiotici sono: Lactobacillus johnsonii, La1, Lactobacillus casei Shirota, Lactobacillus casei DN-114 001, Bifidobacterium lactis. La mobilità intestinale che promuovono è fondamentale per la perdita di peso.

Cosa sono i prebiotici

I meno conosciuti prebiotici sono sostanze non digeribili, per lo più fibre idrosolubili, che promuovono la crescita nell’intestino di batteri utili alla flora e sono complementari all’azione dei probiotici.

Si trovano in molti integratori di fermenti lattici, ma anche in natura in diversi cibi, soprattutto nelle banane, nel miele, nella farina di frumento, nel germe di grano, nell’aglio, nella cipolla, nei porri, nei fagioli.

Migliori probiotici per dimagrire e prebiotici: abbinamenti

Prebiotici e probiotici lavorano in una relazione simbiotica per migliorare la salute dell’intestino, che può aiutare a perdere peso diminuendo l’assunzione di cibo, il grasso della pancia e l’infiammazione.

Non solo gli studi hanno collegato probiotici e prebiotici alla perdita di peso in modo indipendente, ma il fatto che i probiotici si nutrano dei prebiotici rende questa combo una mossa efficace per la perdita di peso.

Ecco, in alternativa agli integratori, che però sono gli unici a consentire il controllo dell’introduzione di probiotici e prebiotici in un certo quantitativo, come abbinarli a tavola in piatti adatti alla dieta dimagrante:

  • Yogurt greco (probiotici) e mirtilli (prebiotici)
  • Fiocchi di latte (probiotici) e cracker ai semi di lino (prebiotici)
  • Zuppa di piselli (probiotici) e orzo (prebiotici)
  • Pane a lievitazione naturale (probiotici) e lenticchie (prebiotici)
  • Yogurt greco e fiocchi d’avena integrali
  • Insalata greca con tempeh, feta e olive (probiotici) e cipolle e ceci (prebiotici)

Credits foto: