Quando è la Festa della Mamma 2019: data e tradizione

Tutto quello che c’è da sapere su questa festività amata da grandi e bambini, come nasce e le curiosità sul giorno in cui si celebra.

Per molto tempo in Italia la data di questa ricorrenza è stata fissata all’8 maggio, ma da qualche anno è divenuta mobile: quando è la Festa della Mamma 2019 e da dove nasce la sua tradizione?

Quest’occasione si festeggia un po’ in ogni parte del mondo, anche se non tutti i Paesi lo fanno nella stessa data: dal Mother’s Day degli anglosassoni alla Fête des Mères in Francia, in questo giorno speciale si celebrano non solo le mamme, ma anche la maternità e le figure materne in generale.

Un momento per ricordare alle persone che ci hanno dato la vita e a quelle che ci hanno “fatto da mamma” quanto siano speciali, oltre che per cementare l’unione tra donne e per celebrarle nei loro diversi modi di essere madre.

Vediamo, ora, per non farci trovare impreparati e dedicarle almeno un biglietto di auguri speciale e un regalo, quando è la Festa della Mamma 2019, con la data italiana e la storia di questa tradizione.

Quando è la Festa della Mamma 2019: la data

Se in passato in Italia per anni la Festa della Mamma è stata celebrata il giorno 8 maggio, indipendentemente da quando cadesse, da qualche tempo la data è fissata alla seconda domenica di maggio, come in molti altri stati come Usa, Germania, Austria, Belgio, Turchia, Finlandia, Svizzera, Brasile, Australia.

Nel nostro paese, quindi, la Festa della Mamma 2019 è il 12 maggio.

Come nasce la tradizione della Festa della Mamma

Le origini della Festa della Mamma si perdono nella notte dei tempi. Già nel mondo antico greci e romani festeggiavano le madri durante le celebrazioni dedicate alla fertilità e alle divinità femminili (Potnia, Titana Rhea, Cibele). Con l’avvento del cristianesimo alle feste pagane si sovrappongono nuove celebrazioni (come successo anche con il Natale, il Mercoledì delle Ceneri etc) e alla Madonna viene dedicato l’intero mese di maggio, nonché la quarta domenica di Quaresima.

La Festa della Mamma vera e propria deriva da tradizioni diverse di paese in paese, nate a cavallo tra Ottocento e Novecento, poi confluite nell’epoca della globalizzazione in un unico appuntamento annuale, che si tiene più o meno per tutti in maggio, basato purtroppo sull’aspetto commerciale della ricorrenza.

  • Nel Regno Unito sembra che la festa derivi dalla Mothering Sunday, festeggiata nel XV e nel XVI secolo all’inizio della Quaresima, che però celebrava le “chiese madri”, le cattedrali. Tuttavia negli anni era diventata un’occasione in cui tutta la famiglia si riuniva e, in quei giorni, anche i bambini che lavoravano lontano, in campi o botteghe, tornavano a casa portando un piccolo omaggio alla madre.
  • Negli Stati Uniti la tradizione è (per forza di cose) più recente ma anche più nota. La festività nasce, infatti, sull’onda dei movimenti sociali femminili della seconda metà dell’Ottocento, che predicavano la pace e si impegnavano nella lotta alle scarse condizioni igieniche, alle malattie e alla mortalità infantile. Ann Reeves Jarvis organizza in tal senso i primi circoli durante la Guerra civile americana, tra il 1861 e il 1865, nel 1870 nasce la Mother’s Day Proclamation per mano dell’attivista Julia Ward Howe, mentre la prima Festa della Mamma fu proclamata da Anna, la figlia della signora Reeves Jarvis, il 10 maggio 1908, in memoria della madre scomparsa.
  • In Italia l’idea di istituire la Festa della Mamma si deve a Raul Zaccari, sindaco di Bordighera, che nel 1956 insieme a Giacomo Pallanca, presidente dell’Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia, proclama una giornata dedicata alla figura materna. L’anno successivo un sacerdote, don Otello Migliosi, la proclamò per la prima volta la seconda domenica di maggio nel borgo di Tordibetto (Assisi), di cui era parroco. Le tradizioni, in breve tempo, si unirono dando vita alla festività come la conosciamo oggi.