Cosciotti d'agnello ai carciofi: ricetta pasquale

Aggiornato il 23 febbraio 2015

Ingredienti

  • 800 g. di cosciotto d'agnello
  • 8 carciofi - 1 cipolla
  • 2 uova
  • 1 limone e mezzo
  • 40 g. di burro
  • 1 cucchiaio colmo di farina
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio di aneto tritato
  • sale - pepe

L’agnello viene consumato per tradizione su molte tavole italiane durante le feste pasquali. Questa ricetta, che lo unisce ai carciofi, amalgamando i due sapori grazie a spezie e uova, proviene dalla cultura gastronomica e culinaria del sud Italia e può essere una valida alternativa alla ricetta di sempre. Una pietanza gustosa, varia, completa e semplice da preparare.

Preparazione

Preparate i carciofi nella solita maniera: buttate via le foglie, spuntateli su tre quarti, lasciate solo un pezzetto di gambo, divideteli in due, eliminate la peluria e metteteli nell'acqua fredda con 5-6 cucchiai di succo di limone. Sciogliete il burro in una casseruola e doratevi i pezzi di agnello tagliati a dadini dopo averli asciugati molto bene, aggiungete la cipolla tritata, cuocete a fuoco molto basso per pochi minuti, quindi infarinate, mescolate e coprite appena di acqua. Fate bollire piano. Unite ora la metà del prezzemolo e dell'aneto, bagnate con due cucchiai di succo di limone, salate e pepate. Asciugate i carciofi e appoggiateli sull'agnello, coprite e cuocete un'ora circa, aggiungendo acqua se necessario. Quando la cottura è terminata lasciate intiepidire per qualche minuto, quindi sbattete le uova con il resto del succo di limone, mescolate con un po' di liquido di cottura dell'agnello, poi versate nella casseruola, di nuovo mescolate bene, fate riscaldare, ma senza bollire, cospargete col resto del prezzemolo e dell'aneto e servite caldo.

Note

I VINI CONSIGLIATI: LISON PRAMAGGIORE TOCAI ITALICO SPUMANTE (anche CLASSICO) Aree di produzione: Veneto provincia PD/VE/TV - caratteristiche: spumante - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: paglierino più o meno carico con riflessi verdognoli – odore: tipico gradevole – vitigni: tocai italico (90%-100%) (100% il classico) - sapore: asciutto vellutato gradevole asciutto - gradazione alcolica minima 11°(11,5 il classico). MOLISE MONTEPULCIANO RISERVA Aree di produzione: Molise provincia CB/IS - affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4-5 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rosso rubino al granato con l'invecchiamento - odore: gradevole tipico vinoso intenso - vitigni: montepulciano (85%-100%) - sapore: morbido armonico leggermente tannico asciutto - gradazione alcolica minima 12.5°. PENTRO DI ISERNIA ROSSO Aree di produzione: Molise provincia IS – affinamento: fino a 3 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino più o meno intenso - odore: tipico gradevole – vitigni: montepulciano (45%-55%) sangiovese (45%-55%) altre (0-5%) - sapore: asciutto armonico vellutato lievemente tannico asciutto - gradazione alcolica minima 11°. 434 CALORIE PER PORZIONE photo credit: masolino via photopin cc http://www.ricettepercucinare.com

Articolo originale pubblicato il 27 dicembre 2012

Seguici anche su Google News!