Pollo alla birra: un revival per San Valentino, un’idea nuova da una ricetta antica

Storia

Ingredienti

  • 1 pollo da 1 kg e 200 g
  • 50 g di lardo a fettine
  • 2 cipolle a fettine
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 40 g di burro
  • un po' di farina
  • 3/4 di birra chiara
  • sale
  • pepe

C’è stato un periodo in cui tra la società “bene” trionfava il pollo alla birra. Poi è caduto in disuso. Per San Valentino vale la pena riproporlo, avendo cura di scegliere una birra di buona qualità per cucinarlo. Idee nuove, quindi, a tavola, da vecchie usanze che non tramontano mai e che hanno successo anche in occasioni speciali per il gusto e la genuinità degli ingredienti. Non può certamente mancare un buon vino in abbinamento a questo secondo piatto old style: si può consigliare un Grignolino d’Asti DOC, un vino da tutto pasto, ottimo con il pollame.

Preparazione

Dopo aver pulito il pollo con la solita cura, fiammeggiatelo ed asciugatelo bene con carta da cucina, poi tagliatelo in quattro parti, infarinatelo leggermente e mettetelo a rosolare in padella con olio e burro, condendo con sale e pepe. Fatta questa operazione, preparate una casseruola nella quale disporrete le fettine di lardo, tagliate sottili, e le cipolle, pure tagliate sottili. Date una leggera spolverata di farina, quindi sistemate il pollo già rosolato sul letto di lardo e cipolle e aggiungete un po' di cipolle infarinate. Unite anche il sugo del pollo e bagnate con della buona birra chiara, fino a coprire la carne. Mettete sul fuoco la casseruola incoperchiata e portate a ebollizione; da questo momento abbassate il fuoco e continuate la cottura per circa 45 minuti. Controllate il sale e aggiungete il pepe. Ritirate il pollo e tenetelo al caldo. Passate la salsa ottenuta con un passino fine, fatela addensare se occorre e infine servite il pollo con la sua salsa. Come contorno può essere consigliato un puré di patate o dei pisellini passati nel burro.

Note

Per porzione Calorie 580

Informazioni utili