Ricetta calamari con il riso

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:
UN’ORA CIRCA

PER PORZIONE:
CALORIE 457

PREPARAZIONE
Pulite i calamari e preparateli per la cottura eliminando gli occhi, l’osso, il sesso e la sacca che terrete da parte.
Tagliate le sacche ad anelli di 1 centimetro circa di spessore e i tentacoli tagliateli a pezzettini.
Tagliate l’aglio dopo avergli levato la pelle e il prezzemolo. Scaldate in una pentola l’olio, metteteci i calamari e fateli colorire a fuoco moderato per 6 o 7 minuti; ora unite il trito di aglio e prezzemolo, salate, pepate e profumate con il curry; mescolate bene e bagnate il tutto con il vino bianco secco e 1 litro di acqua, coprite e fate cuocere per circa trenta minuti a fuoco basso mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi.
Cuocete il riso in abbondante acqua bollente salata, scolatelo dopo 15 minuti e rovesciatelo in una pirofila, cospargetelo con il burro a fiocchetti, salate, pepate e mettete in forno caldo a 120 gradi per 5 minuti.
Unite la panna ai calamari, dopo 30 minuti di cottura.
Mescolate e fate sobbollire per 5 minuti, aggiustate di sale e di pepe se necessario e rovesciate i calamari con il loro sugo di cottura sul riso ben caldo.
Spolverizzate con prezzemolo tritato e portate subito in tavola.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI
1 kg. di piccoli calamari interi
4 spicchi di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
6 cucchiai di olio
1 punta di curry
3 dl. di vino bianco secco
300 g. di riso parboiled
30 g. di burro
1 dl. di panna
sale – pepe

VINI CONSIGLIATI
GARDA COLLI MANTOVANI TOCAI ITALICO
OLTREPÒ PINOT NERO VINIFICATO BIANCO
MARTINA FRANCA

GARDA COLLI MANTOVANI TOCAI ITALICO
Aree di produzione: Lombardia provincia BS – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: paglierino – odore: vinoso gradevole tipico – vitigni: tocai italico (85%-100%) – sapore: armonico fresco moderatamente acidulo abboccato – gradazione alcolica minima 11°.

OLTREPÒ PINOT NERO VINIFICATO BIANCO
Aree di produzione: Lombardia provincia PV – caratteristiche: fermo/frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO, PESCE – colore: paglierino verdognolo chiarissimo – odore: tipico – vitigni: pinot nero (vinificato bianco)(85%-100%) pinot grigio e/o pinot bianco e/o chardonnay (0-15%) – sapore: fresco sapido fine gradevole asciutto – gradazione alcolica minima 10,5°.

MARTINAFRANCA
Aree di produzione: Puglia provincia BA/BR – affinamento: fino a 2 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: FRUTTI DI MARE, PESCE – colore: paglierino chiaro o verdolino – odore: gradevole tipico vinoso delicato – vitigni: verdeca (50%-65%) bombino d’alessano (35%-50%) fiano e/o bombino e/o malvasia toscana (0%-5%) – sapore: asciutto delicato asciutto – gradazione alcolica minima 11°.

Articolo originale pubblicato il 17 aprile 2012

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Ricette con riso