Sara Tommasi dice la verità o mente sulla storia del porno? Ci sono tre voci ormai che si accavallano: quella della ex bocconiana che afferma di essere stata drogata per girare il film, Alfonso Luigi Marra il quale afferma che la Soubrette abbia il “vizietto” degli stupefacenti e adesso a parlare è lo stesso produttore del porno.

Il produttore Federico De Vincenzo, infatti, chiamato in causa da un biglietto scritto da Sara Tommasi con cui afferma di essere stata drogata per girare il porno, è stato messo in condizione di ribattere. Nel frattempo, la Rete propende per un giudizio negativo sulla Tommasi: forse i troppi eccessi finora l’hanno bollata come una ragazza facile e quindi risulta tutto fuorché improbabile pensare che la soubrette abbia registrato volontariamente un film hard.

Federico De Vincenzo ha replicato così alle parole di Sara Tommasi:

«La signorina Sara Tommasi, con la quale ho sottoscritto un regolare contratto di collaborazione, non ha mai assunto alcuna sostanza stupefacente né prima e né durante le riprese del video porno di cui sono produttore. Non so cosa pensare. Mi ha confermato di voler continuare con gli altri progetti che avevamo in cantiere.»

Per i fan della Tommasi appare come un’ipotesi molto remota poter vedere il film porno che la vede protagonista. La questione è molto oscura, ma lei ha un bravo avvocato alle spalle, che potrebbe comunque far valere le sue ragioni. Anche se un appiglio resta: il produttore afferma che la Tommasi abbia sottoscritto il contratto settimane prima e questo non depone certo a suo favore.

Fonte: OggiNotizie.