Scarlett Johansson nuda: 10 anni di carcere per il leak

Scarlett Johansson può tornare a dormire sonni tranquilli: l'hacker che aveva rubato le foto di nudo è stato condannato a 10 anni di carcere e a una multa da capogiro.

Pubblicato il 18 dicembre 2012

Scarlett Johansson sarà felice di sapere che giustizia è stata fatta. L’hacker che l’anno scorso era entrato nella sua email personale, aveva rubato foto di lei nuda e le aveva fatto fare il giro del Web è stato condannato a 10 anni di carcere e a una multa di 66.000 dollari.

=> Guarda le foto di Scarlett Johansson rubate dall’hacker

Scarlett Johansson non è stata comunque l’unica vittima di Christopher Chaney. Nella lista anche un’altra serie di giovani star come Mila Kunis, Christina Aguilera, Miley Cyrus, Jessica Alba, Selena Gomez e Demi Lovato. Senza contare che l’hacker aveva preso di mira anche ragazze comuni.

Chaney, 35 anni, della Florida, è stato condannato lunedì dal giudice S. James Otero di Jacksonville a 10 anni di carcere e gli è andata bene, considerato che la pena massima era di 60. Il ragazzo, che si era subito dichiarato colpevole, ha raccontato i dettagli della sua impresa. Ha detto di non aver mai ricavato denaro dalle foto che rubava, nonostante le passasse subito, oltre ad altri hacker, a due siti dedicati alle celebrity.

=> Guarda Scarlett Johansson nuda nel film su Hitchcock

Ha ammesso di essere entrato nelle email di una cinquantina di VIP tra novembre 2010 e ottobre 2011. Si serviva della domanda “Hai dimenticato la password” usando informazioni private già circolanti per il Web, dopodiché copiava la lista dei contatti per altre opere di hacking o si spacciava per la vittima per ottenere altre foto dai contatti personali. Nel giro di un anno ha letto migliaia di mail, contenenti informazioni private e persino copioni.

La Johansson aveva subito superato l’imbarazzo di aver visto le sue foto nuda in giro per il Web, che per altro erano indirizzate al suo allora marito Ryan Reynolds, e aveva manifestato pubblicamente la sua giusta ira. E ora può tirare un sospiro di sollievo, almeno fino al prossimo hacker.

Fonte: LA Times

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Scarlett Johansson