Scarpe basse inverno 2019: mocassini

In velluto o in stampa animalier, col tacco o rasoterra, classici o meno: ecco le tendenze del modello da perfetta collegiale.

Moda

I mocassini attraversano mode e tendenze, epoche e stili: tra le scarpe basse inverno 2019 occupano un posto di primo piano, comparse come sono in così tante sfilate della moda Autunno-Inverno 2018/2019.

Sull’onda del preppy-style, tornato in auge insieme agli anni Ottanta, non possono mancare nel guardaroba della fashion addicted quest’anno a caccia di trend e must have.

I primi a introdurre il mocassino sono stati gli Indiani d’America, ma hanno raggiunto la forma attuale intorno agli anni ’30. Fred Astaire li indossava con il frac e li utilizzava per ballare il tip tap. La loro fortuna? È merito dei giovani universitari americani, per i quali era un comodo accessorio dell’abbigliamento informale. In quegli anni vengono ribattezzati penny loafer per la loro abitudine di inserire nella mascherina a forma di labbra un penny. Uno stile che in breve tempo si diffonde in tutto il mondo, facendoli assurgere a emblema di eleganza e conquistando anche jazzisti, manager e operatori finanziari.

Gucci, che aveva dato vita nel ’53 un mocassino unisex, decorato da un morsetto di metallo ispirato a morsi e briglie usati nell’equitazione,  negli anni ’80 lancia la staffa dorata (e i suoi modelli nel 1985 diventano persino parte della collezione permanente del Metropolitan Museum di New York, tanto grande è l’impronta che lasciano sul costume). Da allora, non hanno fatto che essere reinterpretati, in varianti casual, eleganti, sofisticati oppure estrosi. I modelli più trendy da tenere d’occhio? Sono in velluto o in stampa animalier, a punta o con il tacco, in declinazioni preziose o di vernice. Ecco i preferiti dalla redazione.

1. Il velluto ai piedi

Gucci (690 euro)                                                        Chanel (870 euro)

Gucci propone una classica silhouette con fibbia e linguetta rivisitata in chiave contemporanea, con tacco medio, Doppia G e motivo boccioli di rosa blu della fodera e della suola. Velluto, grosgrain e perle per i mocassini di Chanel con tacco alto 35mm.

2. Declinazioni di vernice

Sergio Rossi (595 euro)                                             Tod’s (450 euro)

Modello con design trasparente quello di Sergio Rossi, con applicazioni, punta quadrata e logo goffrato sul davanti. Brillante pelle verniciata con accessorio Tod’s Double T in metallo personalizzato e suola in cuoio.

3. I molti modi di dire punta (e tacco)

Prada (660 euro)                                                         Casadei (560 euro)

Tacco in metallo a gattino per i mocassini di Prada di pelle nera, con logo triangolo. Eleganza impeccabile per i mocassini Casadei dal tacco presente e importante ma allo stesso tempo estremamente confortevole.

4. Pitone, cocco & co

Tory Burch (355 euro)                                               Zara (39,99 euro)

Versione low cost per i mocassini di Zara in stampa animalier con dettaglio di linguetta sulla parte anteriore. Di Tory Burch il modello in pelle di serpente marrone e bianco con punta rotonda, fibbia color oro, stile slip-on, pannelli cuciti, tacco basso e suola piatta in pelle.

5. Accenti preziosi

L’Autre Chose (320 euro)                                          Miu Miu (660 euro)

Punta squadrata per la proposta in pelle laminata color oro e piping nero di L’Autre Chose con tacco di 35mm. Tessuto glitter e nastro con logo Miu Miu per i mocassini con tacco im cristallo e tacco di 85 mm.