Effetto Kate: ecco come funziona