10 tendenze arredamento dal Salone del mobile 2019

Dalla carta da parati al marmo, dalla sostenibilità al revival anni ’80, le proposte per rinnovare casa.

Conclusa la 58esima edizione di uno degli eventi più attesi del mondo del design, in fiera a Milano dal 9 al 14 aprile, è il momento di tirare le somme e scoprire le 10 tendenze arredamento dal Salone del mobile 2019 che influenzeranno la nostra casa nei mesi a venire.

In generale, Salone del Mobile.Milano termina con un risultato molto positivo, sia per l’affluenza sia per la qualità delle relazioni commerciali: 386.236 presenze, provenienti da 181 paesi, che fanno registrare un incremento del +12% rispetto all’edizione 2017, che proponeva come stavolta Euroluce e Workplace3.0. Successo di pubblico anche per AQUA, La visione di Leonardo, che ha registrato una media di oltre 2.000 visitatori al giorno.

L’appuntamento per la prossima edizione a Milano? DireDonna lo ha già segnato in agenda, dal 21 al 26 aprile 2020.

Adesso, però, scopriamo il meglio delle tendenze arredamento dal Salone del mobile 2019, tra colori, trend di design, stili e materiali per rinnovare la casa sempre al passo con i tempi.

  1. Sostenibilità. Il leitmotiv di Salone e Fuorisalone, che spinge non solo novità di design, ma anche una nuova mentalità e un nuovo modo di intendere la casa e il consumo. La sostenibilità e il riciclo sono stati proprio i protagonisti del SaloneSatellite 2019. Tra i premi a riguardo, la Menzione Speciale Rong Design Library-Residence Program Award è andata allo studio italiano Studiomirei per la leggiadra e sorprendente lampada Nebula Lamp. Eco è chic.

    Foto Nebula Lamp FB @Studiomirei
  2. Revival ’80. Sono vari gli stili anni Ottanta che torneranno nelle nostre case, tra cui anche il raffinato etnico proposto da Etro Home Interiors, con colori caldi, naturali, e motivi paisley.

    Foto FB @Etro Home Interiors
  3. Marmo. Tra i materiali a farla da padrone senz’altro il marmo, non solo in cucina e in bagno, ma anche per i pavimenti e le rifiniture di tutta la casa. Il più amato? Ancora il marmo di Carrara. Facile da inserire nel living il tavolino rotondo della collezione TOMO di Désirée Divani, in cui il frassino tinto caffè della struttura si unisce a marmo opaco, bianco Carrara, moro Emperador o nero Marquina.

    Foto TOMO di Désirée Divani @salonemilano.it
  4. Ceramica. Torna la ceramica, per i pavimenti, in cucina e in tutta la casa con dettagli da scoprire. Come nella consolle allungabile di Riflessi, con struttura in frassino e piani in ceramica bianco statuario, pietra savoia girigio, pietra savoia antracite, noir desir lucido e calacatta oro lucido.

    Foto @riflessi.it
  5. Neoclassico. Un mix tra classico e contemporaneo, difficile da realizzare ma di sicuro effetto, è uno dei trend design 2020. Abbiamo amato come lo ha proposto Slamp per presentare la sua lampada Idea Wall by Marcantonio. Questa “lampadina” può essere sospesa su vari supporti, busti in marmo compresi, per un effetto ironico e inaspettato.

    Foto Idea Wall by Marcantonio @slamp.com
  6. Azzurro. Dopo anni di trionfo del verde in tutte le sue sfumature, che è ancora tra tinte al top, fa di nuovo capolino il polveroso, romanico e delicato azzurro, su divani, tessuti, porcellane, come nell’originale collezione Il Viaggio di Nettuno, di Luke Edward Hall per Richard Ginori, presentata al Salone del mobile 2019.

    Foto FB @Manifattura Richard Ginori
  7. Pattern geometrici. Non accenna a diminuire, invece, la tendenza dei pattern geometrici, su servizi da tavola e tovaglie, su cuscini e carte da parati o, perché no, sulla moquette. Non sono passate inosservate le proposte di Radici Pietro Industries & Brands, con Fold&Stripes, optical in bianco e nero, e Overlapping, con un gioco di sovrapposizioni.

    Foto FB @radici1950
  8. Pop. Sulla scia della passione per gli Eighties rinasce la tendenza al pop, per complementi di arredo ma anche per mobili ironici e ultra colorati, come quelli proposti da Altreforme, ricchi di colore ed energia.

    Foto FB @altreforme
  9. Luci a sospensione. Focus, naturalmente, sull’illuminazione, grazie a Euroluce, che si affianca al Salone negli anni dispari. Popolarissime le luci a sospensione,  come Multilamp di Seletti. Ispirata alle luci multiple di concerti, set cinematografici e stadi, è un progetto del designer Emanuele Magini, un mix di strutture semplici e lineari in tubolare di metallo dall’aspetto industriale e diffusori in cotone plissettato che conferiscono un sapore più domestico e familiare.

    Foto Multilamp Seletti @salonemilano.it
  10. Carta da parati. Torna di gran moda la carta da parati, in rilievo, con disegni geometrici, dai colori brillanti o raffinati, e ancora con grandi disegni artistici, come visto da Wall&decò, che la propone anche per il bagno.

    Foto FB @wallanddecoofficial