Videocittà 2019: date, programma ed eventi

Tutto sulla seconda edizione della rassegna culturale capitolina di eventi legati dal filo conduttore dell'audiovisivo e delle diverse discipline e forme espressive delle immagini in movimento.

Tempo Libero

Due mesi di programmazione, un hub creativo tutto nuovo come sede e una fisionomia che sembra ormai trovata anche se sempre in divenire: Videocittà 2019 diventa Festival della visione e si appresta a invadere Roma con una fitta programmazione, presentata in conferenza stampa da Francesco Rutelli, ideatore di Videocittà e presidente Anica, e Francesco Dobrovich, direttore artistico della seconda edizione della kermesse. Tante le novità e gli eventi in programma che coinvolgeranno tante zone della Capitale.

Quali sono le date degli eventi di Videocittà 2019? Tutte le iniziative avranno luogo dal 20 settembre al 31 dicembre.

Forte delle 180mila presenze dello scorso anno, alimentate soprattutto dalla curiosità per le installazioni monumentali di videomapping, Videocittà 2019 prosegue dunque con l’ambizione di “far dialogare il cinema con le altre realtà di immagini in movimento“, secondo le parole dello stesso Rutelli.

Nico Vascellari, Horse Power, 2019, Still da video
Courtesy dell’artista e Biennale di Lione, Valentina V / Studio Vascellari

Le date e gli eventi di Videocittà 2019

Videocittà, il Festival della visione, avrà luogo dal 20 settembre al 31 dicembre. Centro nevralgico, l’ex caserma di Via Guido Reni (di proprietà del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti): spazi che diventeranno la Videocittà della cultura e dell’intrattenimento dove attraversare le nuove frontiere dell’audiovisivo.

Diverse sono le iniziative in programma: proiezioni nella sala Intesa Sanpaolo organizzata per una capienza di 300 posti, contest internazionali, installazioni audiovisive, realtà virtuale, intrattenimento, eventi dal vivo e talk con uno spazio di riflessione sul linguaggio audiovisivo e audiovisuale con il coinvolgimento dell’associazione 100 autori. Previsti anche momenti innovativi di approfondimento sull’universo multiforme delle immagini in movimento, oltre ad una sezione dedicata agli Extra.

Anche le iniziative legate alla moda, a cura di A.I. Artisanal Intelligence, scelgono di rappresentarsi nell’aspetto più comunicativo e contemporaneo legato all’immagine sviluppata dai comunicatori e non dai creativi, dove l’attenzione è su chi elabora l’immagine stessa. Con questo filo conduttore, sono previsti più appuntamenti: il focus sui mestieri sul tema del trucco e del trasformismo, proiezioni, mostre fotografiche, installazioni VR.

Il Festival della Visione sconfinerà e sarà di nuovo nelle piazze di Roma con gli appuntamenti del videomapping, le videoinstallazioni monumentali, coinvolgendo il patrimonio storico e architettonico di Roma con i nuovi progetti di Solid Light nel centro storico della capitale e sul panoramico Palazzo dell’ENI, a piazzale Mattei, di fronte il laghetto dell’Eur.

Durante il weekend del 18-20 ottobre la Capitale sarà invasa da centinaia di giovani film-maker: saranno i partecipanti alla XIII edizione del concorso internazionale The 48 Hour Film Project, impegnati a realizzare un cortometraggio in sole 48 ore.

Si conferma la collaborazione con il MAXXI che, in particolare, sarà lo spazio dove andrà di scena l’arte visuale della Videoart Week, la sezione di Videocittà dedicata all’arte contemporanea, curata da Damiana Leoni e Lorena Stamo.

Al via venerdì 20 settembre la nona edizione del Roma Creative Contest, il Festival Internazionale di cortometraggi realizzato dalla casa di produzione Image Hunters con la direzione artistica di Brando Bartoleschi, Lorenzo Di Nola, Raffaele Inno e Riccardo Rabacchi. Il Roma Creative Contest, che vanta come Presidente Onorario il regista Premio Oscar Giuseppe Tornatore, ha lanciato nel corso degli anni decine di registi italiani, da Gabriele Mainetti a Sydney Sibilla, da Piero Messina a Alessandro Capitani, da Alessio Lauria a Valerio Vestoso e Davide Gentile. Cinque gli spazi a disposizione del Festival: la Sala Cinema Intesa Sanpaolo, la Sala Giostra, il Foyer, la Sala 5 Bis e La Giostra (spazio esterno). Una parte della programmazione si svolgerà inoltre presso la Sala Carlo Scarpa del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo.

Francesco Rutelli presenta Videocittà (Courtesy Press Office)

Il programma del Festival della visione

  • Si parte a Guido Reni con le tre giornate del 20-21-22 settembre dell’anteprima del Roma Creative Contest, Festival Internazionale di Cortometraggi, all’interno del quale sono previsti incontri formativi, con uno spazio di confronto tra giovani talenti e protagonisti della produzione cinematografica italiana e internazionale, proiezioni e live performance internazionali serali.
  • Digital Yuppies, il network di professionisti e talenti dell’industria digitale e creativa che ha una community online con più di 3.500 iscritti di tutta Europa, in programma il 24 settembre, è il secondo appuntamento di Videocittà. Un format che prevede incontri con ospiti e figure di rilievo dell’industria digitale e creativa che raccontano il loro percorso professionale con la possibilità di sviluppare una rete di connessione e contatti che crei opportunità lavorative e di business.
  • Ottobre si apre con le opere e le rappresentazioni di animazione grafica di Errore Digitale che presenta un’inedita rassegna di opere ed esibizioni portando per la prima volta a Roma alcuni tra gli esponenti più influenti della scena internazionale dell’avanguardia digitale e di estetica visuale con live audiovisivi, performance, installazioni audio-video.
  • Prevista il 10 ottobre l’anteprima dello Spring Attitude, Festival di Musica elettronica e arte digitale che proseguirà l’11 e il 12 ottobre presso il museo MAXXI.
  • L’esperienza di realtà virtuale è in programma dal 5 al 9 novembre all’interno di Videocittà 2019 con Virtual Reality Experience, il festival che esplora il vasto mondo delle tecnologie immersive e il loro impatto sul nostro prossimo futuro.
  • In continuità artistica con questa linea programmatica la mostra esperienziale prodotta da Next Exhibition in programma dal 9 ottobre fino al 6 gennaio: Claude Monet – Van Gogh The Immersive Experience dove l’arte si fonde con la tecnologia, offrendo una straordinaria ed immersiva esperienza.
  • Il 18-19-20 ottobre in anteprima mondiale un’apertura notturna straordinaria al Palazzo dell’ENI nel quartiere Eur.
  • Il 25-26-27 ottobre il centro storico della Capitale diventerà un museo d’arte digitale a cielo aperto, con un percorso che esplora le nuove frontiere del mapping architettonico e delle arti digitali, con il videomapping in Piazza della Minerva, sulla Basilica di Sant’Agostino e al Pantheon, con un’installazione luminosa site specific. Il programma si completerà con due installazioni immersive, dedicate entrambe al tema dell’acqua. Le due installazioni trasformeranno per il weekend gli spazi dell’Ex Caserma di Via Guido Reni in un innovativo contenitore di arte digitale, capace di trasportare gli spettatori in un viaggio sensoriale. Il collettivo catalano Onionlab presenterà per la prima volta in Europa dopo la prima mondiale a New York l’opera Phasing Rain e gli artisti romani Quiet Ensemble daranno vita alla loro ultima creazione: Ephemeral dusking sparks.
  • Dal 18 ottobre al 2 novembre avrà luogo The 48 Hour Film Project, il concorso cinematografico internazionale più noto e longevo del mondo oltre ad essere quello con il maggior numero di partecipanti, già presente nella prima edizione di Videocittà, organizzato da LeBESTEVEM. Un contest rivolto ai giovani creativi, con l’obiettivo di creare un cortometraggio in sole 48 ore. Il film vincitore gareggerà contro i cortometraggi provenienti da tutto il mondo al Filmpalooza 2020 dove, oltre al gran premio finale, potrà aggiudicarsi la possibilità di concorrere nella sezione Short Film Corner al Festival di Cannes 2020. Per il quinto anno, inoltre, RUFA – Rome University of Fine Arts, assegnerà il “Premio Speciale RUFA”, un riconoscimento in denaro al miglior talento. (Iscrizioni aperte fino al 16 ottobre sul sito www.48hourfilm.com/roma)
  • Tra le novità di quest’anno, lo “Youth Mundus”: Il primo Global Music & Short Content Festival creato per le nuove generazioni. E ancora, FuoriMaker, un mini festival dedicato all’incontro tra Intelligenza Artificiale e audiovisivo in programma il 18 e 19 ottobre.
  • Dal 19 al 27 novembre protagonista di Videocittà sarà la Videoart Week a cura di Damiana Leoni e Lorena Stamo. In questa edizione, si affronteranno in modo trasversale le interconnessioni tra arte contemporanea, performance, cibo, natura e tecnologia, attraverso incontri con gli artisti e numerose proiezioni audiovisive. Il programma di Videoarte per la seconda edizione di Videocittà prevede una serie di eventi presso il MAXXI e svilupperà una forte collaborazione con le Accademie straniere in città, oltre al coinvolgimento nel programma collaterale delle principali gallerie romane, assieme a musei, fondazioni e spazi no profit.

Credits foto:

  • Videocittà | Ufficio stampa