Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019

Alla Paris Fashion Week va scena una piratessa urbana, tra tocchi etnici, una predilezione per lo sportswear da mixare con pezzi ultra femminili, lingerie in vista e le immancabili bizzarrie.

Moda

È una piratessa urbana, una cittadina del mondo, la donna pensata da Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019: tra tocchi etnici, una predilezione per lo sportswear da mixare con pezzi ultra femminili, l’attenzione/ossessione per la lingerie e le immancabili bizzarrie, alla Paris Fashion Week va in scena una linea più portabile di quanto si potesse immaginare.

A fare da sfondo alla sfilata di moda una scultura al centro della sala, una specie di gigantesco albero di carta bianca con rami ad allargarsi sul soffitto, uniti a palloncini bianchi, e radici alimentate dallo staff del brand che durante tutto lo show ha aggiunto pezzi alla creazione.

E in passerella? Andreas Kronthaler si ispira alle potenti fotografie di Jessica Fulford-Dobson che ritraggono le ragazze di Kabul in skate. Ma anche a qualcosa di apparentemente lontanissimo, il catalogo degli arredi del Ritz di Parigi messi all’asta dopo la ristrutturazione dell’hotel.

Infine, ho rivisitato due artisti, che hanno avuto una grande influenza su di me da adolescente”, spiega il designer parlando della collezione Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood della Primavera-Estate 2019. “Uno è l’artista austriaco Walter Pichler, l’altro è l’americano Paul Thek. Entrambi con una visione sacra ed umoristica della vita”.

Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019 (Ufficio stampa)
Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019 (Ufficio stampa)

Al di là delle trovate alla “Vivienne Westwood”, come la sedia rossa indossata come un cappello o il vassoio da portata in vita, con tanto di tazze da thè, molti i capi pronti per essere indossati, dalle gonne ampie formate da petali di tessuto alle tuniche con la deliziosa stampa equina english, dagli short da portare con camicia crop alle giacche sportive. Oltre alla vocazione palesemente sportiva di tanti look, spuntano accenti femminili significativi come i corsetti e gli abiti da cocktail in tessuti che richiamano la tappezzeria del XVIII secolo, le gonne voluminose, le maglie a rete lavorate all’uncinetto.

Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019 (Ufficio stampa)
Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019 (Ufficio stampa)
Andreas Kronthaler per Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019 (Ufficio stampa)

Presentata insieme alla collezione – e c’era da aspettarselo visti i post di Andreas che preannunciavano la sfilata e lo hanno visto in déshabillé – una speciale linea di lingerie disegnata con l’amica Yasmine Eslami.

Vivienne Westwood orgogliosa approva dalla prima fila.

Galleria di immagini: Vivienne Westwood collezione Primavera-Estate 2019, le foto