X-Factor 4: il successo è merito di Elio?

Ai provini si presenta serio, abbozzando soltanto pochi sorrisi, mentre durante la puntata di apertura del talent si traveste da Morgan. Si tratta di Stefano Belisari, in arte Elio: negli ultimi giorni, c’è chi lo definisce il muro portante di quest’ultima edizione di X-Factor.

Mai farsi ingannare dall’apparenza: nonostante Elio sia famosissimo per le sue canzoni nate per “prendere in giro” grandi artisti o semplicemente per divertire il pubblico, la sua è una carriera musicale di tutto rispetto.

Diplomato al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e laureato in Ingegneria Elettronica al Politecnico, Elio possiede un curriculum formidabile: oltre che come cantante, nel suo passato ci sono esperienze come doppiatore e conduttore in programmi radio.

Secondo alcuni quotidiani, il cantante di origini marchigiane sarebbe l’unico elemento di innovazione nel talent, mentre il resto è solo una fotocopia sbiadita delle edizioni precedenti. Inoltre, Elio pare essere il più “combattivo” tra i quattro giudici scelti. Gli occhi del pubblico seguono ogni sua mossa, come se dietro ogni sua parola si nasconda qualcosa di stupefacente.

Probabilmente tutto ciò è dovuto alla scelta del team: portare Nevruz Joku alla fase finale del programma è stata una decisione molto pericolosa che potrebbe rivelarsi un successo o un completo disastro. D’altro canto Nathalie Giannitrapani, che la durante la prima puntata ha battuto Alessandra Falconieri salvandosi per un pelo, e Manuela Zanier hanno talento da vendere.

Bisogna considerare inoltre il rapporto che Elio ha con il pubblico. Rispetto agli altri giudici, il cantante “diverte” il pubblico col suo atteggiamento, con i suoi travestimenti e con le sue frecciatine che si trasformano quasi sempre in freddure. Insomma, completamente differente rispetto ai suoi colleghi: Enrico Ruggeri, nonostante il grande talento musicale, cerca di essere il più freddo e distaccato possibile. Lo stesso dicasi per Mara Maionchi, che ormai ha quasi riposto l’ascia di guerra, e per Anna Tatangelo, che al momento è impegnata a guadagnarsi la fiducia della sua squadra.

Bisogna quindi riconoscere solo e soltanto a Elio il merito del successo riscosso alla prima puntata di X-Factor?